Conegliano, ieri il primo incontro con la cittadinanza del candidato Fabio Chies: “La città ha problemi e noi le soluzioni per risolverli”

Dopo gli incontri di quartiere di Piero Garbellotto (qui l’articolo) e gli appuntamenti pubblici di Francesca Di Gaspero, tra cui quello con Stefano Bonaccini come ospite (qui l’articolo), nella serata di ieri, mercoledì 15 settembre, è toccato al primo incontro con la cittadinanza del candidato sindaco Fabio Chies.

Un appuntamento che si è tenuto all’ex asilo parrocchiale della frazione di Collalbrigo.
Criminalità, vigilanza di quartiere, il nuovo Comando di Polizia locale e il progetto del parco di San Martino, parcheggi ed ex area Zanussi sono stati i temi affrontati durante l’incontro.
“Riscoprire il senso di comunità” è il concetto espresso più volte da Chies, il quale ha dichiarato la necessità di rilanciare le frazioni, alla luce anche del fatto che “le ultime asfaltature” non hanno riguardato le frazioni.

Nel caso di Collalbrigo, ad esempio, Claudio Toppan, aspirante consigliere della civica Forza Conegliano, ha fatto un primo elenco parziale degli interventi da effettuare: l’asfaltatura della strada che sale alla chiesa di Collalbrigo, la sistemazione di borgo Possamai e di via della Guizza, con l’installazione di alcuni punti luce con fotovoltaico.

Conegliano ha problemi e noi le soluzioni per risolverli – ha affermato Chies – Noi siamo l’unica soluzione per la città. Abbiamo fatto tanto e c’è tanto da fare“.

Sono stati diversi i temi affrontati: per quanto riguarda la criminalità, Chies ha sostenuto che “chi si comporta male, deve andare fuori dalle scatole, mentre chi si comporta bene è una risorsa”.

Una risorsa, secondo l’ex sindaco, è anche la vigilanza di quartiere, in accordo con la Polizia di Stato e i Carabinieri e, allo stesso tempo, il nuovo parco di San Martino che sorgerebbe a seguito della demolizione dell’attuale Comando di Polizia locale: “Più gente c’è in giro e meno criminalità c’è”.

E oltre alla sicurezza a Conegliano si è sempre parlato di decoro e su questo fronte il candidato sindaco ha ribadito che per la pulizia non bisogna attendere l’intervento del Comune: “C’è chi compra gran terreni e poi chiama il Comune per segargli il filo d’erba che si trova fuori casa“.

Sul fronte dei parcheggi e sulla possibilità di recuperare l’ex area Zanussi per dedicare una porzione d’area in questo senso, Chies ha specificato che “in 5 anni non vedremo parcheggi lì, ma quello è il fine di ogni progetto”.

Per quanto riguarda l’aspetto della politica, Chies ha ribadito che “c’è chi vive di politica ma non si può vivere di politica”. “Sono stanco di prendere lezioni di vita da persone che vivono nei Comuni limitrofi, che non hanno mai fatto nulla – ha ripetuto – da chi parla e non ha un lavoro”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati