Dopo due anni di attesa, tutto pronto per il Meeting Nazionale Giovanissimi 2022. Chies: “Un’opportunità per il territorio”

Dopo due anni di attesa dettati dall’emergenza pandemica, oramai il Meeting Nazionale Giovanissimi 2022 è alle porte: l’iniziativa legata al mondo del ciclismo andrà in scena a partire da giovedì 23 giugno fino a domenica 26 giugno, e vedrà i giovanissimi affiliati di diverse società impegnati in una serie di gare e circuiti.

La manifestazione si snoderà tra i territori di Conegliano, Farra di Soligo e Valdobbiadene: proprio dalla città del Cima avrà inizio il tutto, con una sfilata coreografica e la cerimonia di apertura in programma per giovedì 23 giugno a partire dalle 18.30 nel centro cittadino, per poi lasciare spazio a gare ed eventi a Farra di Soligo il giorno successivo e il sabato a Conegliano, dove si svolgeranno gare e premiazioni nella mattinata di domenica 26 giugno.

L’iniziativa è stata presentata nella tarda mattinata di ieri, martedì 21 giugno, alla presenza del sindaco Fabio Chies, dell’assessore allo Sport Primo Longo e degli organizzatori, tra cui il presidente Lucio Paladin.

“Questa è un’opportunità per il territorio – ha dichiarato il primo cittadino – Uno spettacolo sportivo a cui si può assistere senza pagare il biglietto d’ingresso, dove si parla di ragazzi e cultura sportiva: è un vanto per noi e un volàno per la città, che va nella direzione di far conoscere il territorio. Gli eventi servono a far conoscere e vivere la città“.

“Davvero un onore per noi e auguro a tutti i partecipanti di avere un felice soggiorno nella nostra città”, ha affermato l’assessore Longo, il quale allo stesso tempo ha voluto scusarsi con i cittadini per eventuali disagi derivanti dalla viabilità modificata: “La gente che passa si ricorderà però della nostra città e di quest’evento”.

Le gare, infatti, si snoderanno su due differenti percorsi per i quali nelle giornate di sabato 25 giugno (dalle 7 alle 18.30) e domenica 26 giugno (dalle 7 alle 14) vigerà il divieto di transito e di sosta: nello specifico, si tratta delle aree tra corso Vittorio Emanuele II, via e piazza Calvi, via Colombo, via XXI Aprile, viale Carducci, via Cavour, salita Marconi, via Caronelli, via Gorizia (fino all’angolo con via Santa Chiara d’Assisi), via Santa Chiara d’Assisi (fino all’angolo con via Brigata Marche), via Brigata Marche (fino all’angolo con via Diaz), via Diaz e piazzetta Duca d’Aosta. Ai residenti viene consigliato di lasciare i veicoli in sosta nelle aree esterne rispetto alle vie interessate dalle gare.

“Non volevamo fosse una mera competizione sportiva, ma una promozione del territorio – ha dichiarato Lucio Paladin – Finora abbiamo 1.600 iscritti, per un totale di 7-8 mila presenze previste, con un indotto di un milione di euro in quattro giorni. La sfilata coreografica sarà l’evento clou e ogni società riceverà un giudizio da un’apposita giuria anche in quel momento“.

Secondo Paladin, questa manifestazione rispecchia la passione per le due ruote che è andata ad aumentare con l’avvento della pandemia: “C’è stato un aumento esponenziale dell’uso della bici, anche elettrica, e ciò dovrà indurre a sederci attorno a un tavolo per riflettere a proposito di indotto e servizi legati a questo mondo“.

Un tema che ha ispirato anche uno degli appuntamenti collaterali in programma, ovvero il convegno “Turismo in bicicletta. Prospettive e opportunità per le imprese e il territorio”, promosso da Confartigianato Imprese Conegliano per venerdì 24 giugno alle 19, all’ex convento di San Francesco.

Altre iniziative, però, si terranno anche a Farra di Soligo o comunque sono tutte consultabili sul sito dell’evento (https://www.meetingconevaldo2020.com/): tra queste sono state segnalate la Notte bianca a Conegliano, in programma venerdì dalle 20 alle 24, con spettacoli di musica, danza e ginnastica, artisti di strada e attrazioni per bambini tra viale Carducci, corso Mazzini e corso Vittorio Emanuele II, mentre domenica mattina un percorso cicloturistico si snoderà tra Conegliano e Valdobbiadene.

“Grandi eventi correlati per promuovere aggregazione e un senso di comunità”, è stato il commento del primo cittadino: “La città deve diventare un servizio ai più piccoli”.

Per la prima volta, inoltre, un meeting di questo tipo darà spazio anche a bimbi con disabilità, in collaborazione con l’associazione La Nostra Famiglia: sabato alle 11 la manifestazione avrà un’interruzione per un momento dedicato a loro.

“Il ciclismo è inclusione – hanno osservato i presenti alla conferenza stampa – L’importante è che i cittadini capiscano che l’iniziativa non è un disagio ma un investimento”.

Enti e le Istituzioni che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento sono stati: la Regione Veneto, il Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore D.O.C.G. e Banca Prealpi SanBiagio.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
11
Shares
Articoli correlati