Fenomeno Black Friday: funziona nel nostro territorio? Gibin: “Ormai esteso a tutto il mese di novembre”. Loberto: “Persa un po’ la valenza iniziale”

Il fenomeno tutto americano del Black Friday ha ormai preso piede anche in Italia, con scontistiche e occasioni oramai non più concentrate soltanto nella giornata del 25 novembre, ma in un periodo che negli anni si è allargato sempre di più.

Il termine Black Friday (letteralmente “Venerdì nero”) in America si riferisce al venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento, di norma festeggiato il quarto giovedì del mese di novembre.

Dal 1952 ha dato l’avvio alla stagione delle compere natalizie, ovvero la più redditizia per i commercianti, ma l’origine del termine è ancora incerta. C’è chi sostiene che si riferisca al traffico stradale particolarmente congestionato che si sviluppa a Philadelphia quel giorno oppure alle annotazioni dei commercianti sui propri libri contabili, dove il colore rosso indica le perdite, mentre il nero i guadagni.

Ma nel nostro territorio locale il Black Friday funziona? A questa domanda hanno risposto sia Maurizio Gibin, presidente dell’associazione di categoria Ascom Conegliano, che Patrizia Loberto, guida di Conegliano In Cima, la realtà cittadina dei commercianti.

“Il Black Friday è uno strumento nato con i migliori presupposti di vendita e scarico del materiale invenduto, – è la premessa fatta da Maurizio Gibin – però ora sta degenerando, perché non è più solo concentrato al venerdì ma si sta estendendo a tutto il mese di novembre”.

“Ora si vendono anche i prodotti di rotazione di tutto l’anno e non più soltanto il materiale di magazzino – ha proseguito – Sicuramente è un fenomeno utile all’utenza e serve a migliorare gli incassi (che in questi giorni stanno aumentando), però il problema è che poi si ricade nel baratro assoluto. Il mio augurio è per un buon Natale in termini di vendite”.

“A risentirne meno di questa situazione è la fascia alta di mercato: la questione non è tanto legata alla fidelizzazione della clientela piuttosto a una certa disponibilità economica dei clienti di questi negozi“, ha concluso Gibin.

Una visione condivisa anche da Patrizia Loberto: “Il Black Friday è uno strumento che, se usato bene, funziona – è il commento della presidente – Bisogna allo stesso tempo tenere conto che ci sono grosse offerte online e nei centri commerciali. Quindi, se prima era un piacere per chi lo faceva (come fino al 2019), ora è divenuto un appuntamento fisso con l’occasione, per un periodo sempre più allungato”.

“Credo che il Black Friday sia stato un po’ storpiato e tutti cercano di fare sempre di più in termini di scontistiche – ha continuato – Penso che abbia un po’ perso la propria valenza, perché ormai ci sono sempre degli sconti. Spero che funzioni per il Natale, diventando una sorta di periodo per gli acquisti prenatalizi”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
6
Shares
Articoli correlati