San Sebastiano, la Polizia locale del Coneglianese presenta i dati sull’attività 2022: aumentano gli incidenti stradali

I festeggiamenti in occasione di San Sebastiano, patrono della Polizia locale, sono stati l’occasione per fare un punto sull’attività svolta nel corso del 2022.

Sabato 21 gennaio, dopo una messa celebrata nella chiesa parrocchiale di Susegana, il municipio di quel Comune ha ospitato una cerimonia nella quale il comandante della Polizia locale del Coneglianese Claudio Mallamace ha illustrato i punti salienti di quanto è stato fatto.

Da ricordare la convenzione che lega le amministrazioni di Conegliano, Susegana, Santa Lucia di Piave, Mareno di Piave e San Pietro di Feletto proprio in materia di Polizia locale, per una gestione associata delle sua attività: alla cerimonia erano quindi presenti i rappresentanti di quei Comuni e delle varie Forze dell’Ordine attive sul territorio, il corpo di Polizia locale e le associazioni.

In realtà San Sebastiano (comandante dei pretoriani, vissuto attorno al 300 d.C., martire messo a morte dell’imperatore Diocleziano) viene ricordato il 20 gennaio, ma quel giorno una folta rappresentanza della Polizia locale si trovava a Belluno per i festeggiamenti a livello regionale del patrono: per questo la cerimonia locale è stata spostata alla giornata successiva.

In quell’occasione sono stati citati 13 agenti della Polizia locale, i quali hanno fatto un avanzamento di grado, dopo aver maturato i requisiti di anzianità di servizio svolto senza demerito.

Secondo l’analisi complessiva fornita, il 2022 è stato caratterizzato da un aumento degli incidenti stradali e, quindi, da un conseguente incremento dei controlli da parte dei Vigili urbani.

Nel 2022 sono stati 227 gli incidenti rilevati (200 l’anno precedente), 165 con feriti (108 nel 2021) mentre, più in generale, ammontano a 12.265 le violazioni sulla strada accertate (di cui 11.493 solo a Conegliano), ovvero quasi raddoppiate da un’annata all’altra. Saliti da 142 a 272 i veicoli sequestrati a vario titolo.

Per quanto riguarda i mezzi senza assicurazione, nel 2022 ne sono stati registrati 235 (126 nel 2021), mentre salgono da 6 a 25 i casi di guida senza patente, da 33 a 60 le soste sugli stalli dei disabili e dei bus, da 42 a 67 gli episodi di uso del cellulare alla guida.

“I volumi di attività, prima notevolmente ridotti a causa della pandemia, sono ritornati nei parametri ordinari – ha affermato il comandante Mallamace -. Si è registrato un incremento degli incidenti stradali, anche con esiti mortali, per cui l’attività di controllo di Polizia stradale è stata intensificata e lo si percepisce dal numero di violazioni accertate. È aumentata l’attività di Polizia giudiziaria, nonostante il calo dei reati in generale nella provincia di Treviso, ma è dovuto ad un potenziamento del nucleo di Polizia giudiziaria”.

Intensa anche l’attività di educazione nelle scuole, con 12 istituti interessati e 720 studenti coinvolti. “Particolare attenzione è stata rivolta ai giovani, con iniziative in molteplici istituti scolastici – ha spiegato Mallamace -, dove un team di sei operatori ha affrontato tematiche inerenti al consumo degli stupefacenti, ma anche al cyberbullismo, all’uso consapevole dei social e alla sicurezza stradale”.

“Un messaggio forte è stato portato in alcuni istituti superiori circa il rispetto della donna, delle diversità culturali, di provenienza – ha concluso il comandante -, soffermandosi sulla tematica inerente i vari tipi di violenza che ogni giorno affliggono una moltitudine di donne, le quali spesso pagano con la vita”.

A tal proposito, un ringraziamento è stato rivolto alle donne che fanno parte della Polizia locale.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati