Tutti negativi i tamponi effettuati al Cerletti. Sotto i riflettori la situazione nelle scuole della Marca trevigiana: già scattati automonitoraggi e quarantene

Sono tutti negativi i tamponi effettuati all’istituto Cerletti di Conegliano, coinvolto nel progetto “Scuole sentinella”, assieme a primarie e secondarie di primo grado degli istituti comprensivi 1 e 2 della città.

L’annuncio dell’adesione a questo progetto, dal chiaro obiettivo di fotografare la situazione sanitaria nella popolazione studentesca, per assicurare il più possibile la presenza in classe, era giunto la scorsa settimana, prima dell’inizio ufficiale della nuova annata scolastica (qui l’articolo).

In quell’occasione, la vicepreside Marina Di Fatta aveva specificato che il progetto avrebbe coinvolto sia la sede di Piavon che quella di Conegliano.

Un progetto che nel trevigiano coinvolge 238 classi e prevede il test da effettuare ogni 15 giorni, con il referto consegnato in 24 ore: in totale si tratterà di 2.744 test eseguiti nella Marca ogni 15 giorni, per un totale di 5.488 al mese.

Di conseguenza al Cerletti erano giunti 134 kit lo scorso 14 settembre, ovvero il secondo giorno di scuola, indirizzati in questa fase agli studenti convittori e semiconvittori.
Il risultato è stato incoraggiante, con 92 kit raccolti, di cui 72 negativi e i restanti 20 non processabili perché non eseguiti correttamente.

Nel frattempo, continua a rimanere sotto la lente di ingrandimento la situazione nelle scuole del trevigiano: come ha reso noto l’azienda sanitaria Ulss2, la situazione attuale registra 7 quarantene, che riguardano 5 classi e 2 gruppi di un centro estivo, e 13 automonitoraggi, cioè un gruppo di un centro estivo e 12 classi.

(Foto: Ulss 2 Marca Trevigiana).
#Qdpnews.it

Total
4
Shares
Articoli correlati