Una Conegliano imbandierata accoglie il Raduno regionale dei Bersaglieri. Oggi i primi appuntamenti, domani la giornata clou

Una Conegliano già imbandierata di bianco, rosso e verde è pronta ad accogliere oggi sabato e domani domenica il Raduno regionale dei Bersaglieri del Veneto, che già in mattinata ha vissuto momenti importanti tra Nervesa della Battaglia e Vittorio Veneto. Ora anche la Città del Cima sarà interamente “cremisi”, il colore delle fiamme di questo corpo molto amato.

“Amici, vi aspettiamo per un evento unico!” è il messaggio di benvenuto che dalla propria pagina social ha lanciato la sezione coneglianese dei Bersaglieri “Edgardo Feletti”, “padrona di casa” del raduno veneto che domenica 24 ottobre vedrà il suo inizio alle 8.00 a Fagarè della Battaglia, dove partirà la “Staffetta cremisi della pace” per Conegliano, dopo la cerimonia al sacrario.

Alle 9, a Conegliano, è fissato il raduno al monumento del Bersagliere in via Papa Giovanni XXIII. Mezz’ora dopo si susseguiranno gli onori ai gonfaloni e ai medaglieri, l’Alzabandiera e l’omaggio ai Caduti, l’inaugurazione e la benedizione del “Largo dei Bersaglieri”, con brevi saluti e interventi delle autorità, con gemellaggio tra le regioni Anb Veneto e Marche.

Alle 10.45 sfilamento e inizio del percorso, deposizione della corona al monumento ai Caduti e arrivo della “staffetta cremisi della pace” dedicata al Milite ignoto. Sfilata del corteo di gonfaloni, autorità, medaglieri, associazioni d’arma, fanfara e picchetto dell’11° Reggimento, fanfare, medaglieri, labari e bersaglieri. Inaugurazione della targa del Milite ignoto nella chiesetta di via XX Settembre, dove nel 1921 giunsero le prime sei salme ignote trasferite poi ad Aquileia. Passaggio del testimone della staffetta cremisi tra le regioni Anb Veneto e Friuli Venezia Giulia, resa degli onori ai gonfaloni delle Città di Vittorio Veneto e Conegliano, dei Comuni patrocinanti, dei Comuni invitati e dei massimi vessilli presenti.

Alle 12 inizierà il concerto delle fanfare in piazza Cima e sulla Gradinata degli Alpini. Alle 13 “pranzo cremisi” al Quaternario di via Friuli a San Vendemiano.

Già oggi sabato pomeriggio il ricco programma prevede a Conegliano altri appuntamenti, come l’apertura della mostra “La Domenica del Corriere” dedicata al Corpo dei Bersaglieri nell’oratorio dell’Assunta in piazza Cima, la Santa Messa dedicata al Milite ignoto nella chiesa dei Santi Martino e Rosa alle 17 e, alle 18, il concerto della fanfara dei Bersaglieri nell’auditorium del Collegio Immacolata, con proiezione del documentario sulla storia del Milite ignoto.

Il raduno coinciderà con una delle primissime uscite pubbliche da sindaco rieletto per Fabio Chies. Insieme a lui ci saranno autorità civili, politiche, militari e amministrative regionali, provinciali e comunali, la presidenza nazionale dell’Associazione Bersaglieri, gonfaloni decorati e comunali, associazioni d’arma da tutto il Triveneto, medaglieri, labari e bersaglieri delle province e sezioni, il picchetto armato dei Bersaglieri e la Fanfara in armi dell’11esimo reggimento Bersaglieri, le fanfare di San Donà di Piave, Padova e Ceggia e dell’Associazione nazionale Carabinieri di Conegliano e le pattuglie ciclistiche in divise d’epoca.

(Foto: Facebook Anb Sezione Bersaglieri Conegliano E. Feletti – foto d’archivio)
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati