Cornuda, conto alla rovescia per la Duerocche, superati i mille iscritti: l’appuntamento è per il 24 e 25 aprile

Inizia il conto alla rovescia per il tradizionale appuntamento sulle colline tra Cornuda e Asolo che quest’anno festeggia la cinquantesima edizione e si sdoppia tra sabato e domenica proponendo quattro prove di cui una anche in notturna, interamente dedicate agli agonisti.

A Cornuda, quest’anno, si inizierà a correre nel pomeriggio di sabato 24 aprile, con la prova Round Cross Country, sulla distanza di 13 km con dislivello positivo di 600 metri e un massimo di 700 iscritti.

Sempre sabato, ma in notturna, sul tragitto della Duerocche storica, si svolgerà la Pharmasport Asolo/Cornuda: 15 km con 710 metri di dislivello positivo e partecipazione aperta a 300 atleti.

Domenica 25 aprile toccherà alle due prove più impegnative: lo Scarpa Ultra Trail da 50 km, con 2640 metri dislivello positivo e un massimo 400 iscritti, e il Passsport Trail sui 21 km, con 1040 metri di dislivello positivo e un tetto di 600 iscritti. 

“In queste ore gli iscritti hanno superato quota mille – spiega il presidente del comitato organizzatore, Manuel Menegon – Praticamente siamo a metà strada rispetto all’obiettivo delle duemila presenze complessive che ci siamo dati al momento di mettere in cantiere questa edizione che per molti versi rimarrà unica e irripetibile”.

I pettorali per la 50 km sono esauriti, ne restano ancora poche decine per la 21 chilometri, mentre c’è maggiore disponibilità per le due gare più brevi.

Per partecipare bisognerà essere tesserati ed avere un certificato medico, perché tutte le prove avranno carattere agonistico. In più non è prevista la presenza di pubblico e non si farà il Pasta Party perchè la sicurezza per tutti i partecipanti, atleti e volontari, verrà prima di ogni altra cosa.

Quest’anno la Duerocche cambierà anche area di partenza e d’arrivo: le gare non scatteranno più da via della Pace ma da Piazza Giovanni XXIII.

Tra gli iscritti figurano già diversi specialisti molto noti nel panorama del trail nostrano: da Lucio Fregona, protagonista di tante Duerocche, ad Alessio Camilli, candidato al podio nella 21 km, all’azzurra Cristiana Follador, attesa al via nella 50 km al pari di Ivan Geronazzo.  

Non da ultimo, come di consuetudine e con molta attesa da parte dei collezionisti, Duerocche ha presentato la t-shirt dedicata all’edizione 2021.

Quest’anno abbiamo giocato con il nostro logo dando un effetto grafico che richiama la velocità della corsa – ha dichiarato l’associazione Duerocche -, abbiamo inserito anche l’anno 1972 per sottolineare il lungo percorso che in questi anni ha portato la manifestazione ad essere così sentita”.

(Foto: Duerocche).
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati