“Nessun bilancio in perdita per l’asilo di Cornuda”. La presidente: “Notizie fuorvianti possono indurre le famiglie a scegliere soluzioni educative diverse”

Dopo le affermazioni e le richieste di chiarimenti da parte del consigliere comunale di minoranza Bruno Comazzetto durante l’ultimo consiglio comunale di Cornuda, non contestate dalla maggioranza (qui l’articolo), Erica Gasparetto, presidente della Fondazione “Asilo Monumento ai Caduti” (Scuola Materna – Nido integrato “Regina della Pace”), ha voluto chiarire la situazione.

L’esponente di “Amiamo Cornuda” aveva detto che per il 2021 si prevede un bilancio con chiusura in consistente perdita, per una serie di spese sostenute nel corso dell’anno, nonostante la presenza di un numero minore di unità lavorative.

Il consigliere Comazzetto, in ottica di risparmio per la Fondazione, aveva anche proposto la soluzione di una cucina unica tra asilo e casa di riposo e aveva chiesto al sindaco Claudio Sartor che, appena possibile, invitasse la presidente della scuola materna in consiglio comunale ad illustrare la situazione.

“Le affermazioni del consigliere Comazzetto sono inesatte e fuorvianti rispetto alla reale situazione economica della Fondazione – afferma la presidente Gasparetto – Fuorvianti e inesatte in quanto la previsione di chiusura economica della Fondazione è in pareggio. Diverso è il piano di investimenti a cui è stata chiamata nel corso del 2021, che ha comportato un ingente esborso al fine di predisporre un nuovo impianto antincendio a tutela della sicurezza dei bambini e dei collaboratori e la corresponsione del Tfr accumulato al personale che ha scelto una diversa collocazione a settembre”.

In ogni caso, la presidente, che ha voluto smentire la previsione di un bilancio in consistente perdita, si è resa disponibile ad un confronto nelle sedi opportune per descrivere correttamente la situazione economica e finanziaria dell’ente.

“La Fondazione ha un importante patrimonio netto con il quale poter far fronte ad ogni problematica e la gestione per gli anni 2020, ancorché minata dal Covid, è stata in avanzo e quella del 2021 sarà in pareggio – conclude – Il mio timore è che notizie fuorvianti e non confacenti alla verità possano indurre le famiglie a cercare soluzione educative per i propri figli diverse dalla Fondazione che, peraltro, è luogo di cultura di ogni cornudese fin dal 1932”.

(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Total
30
Shares
Articoli correlati