Sei defibrillatori in paese, l’assessore Zanella: “Un modo efficace per intervenire in caso di necessità”

Novità nelle ultime settimane dall’amministrazione comunale di Crocetta del Montello: è fresco di questi giorni l’acquisto di due nuovi defibrillatori, che portano così a sei il numero di strumenti salvavita in tutto il territorio del Comune, dotando ogni edificio comunale di questo presidio.

Gli ultimi due defibrillatori verranno installati all’esterno del municipio e in Villa Pontello, sede di diverse manifestazioni culturali e ludico-ricreative: i due ultimi acquisti vanno ad aggiungersi ai quattro già presenti nel territorio, posizionati rispettivamente presso gli impianti sportivi di via Canapificio, presso la sede della Protezione Civile, nella palestra comunale e nel pattinodromo.

Ora, con la presenza di defibrillatori in tutti gli edifici e le aree comunali si permette ai cittadini di poterli utilizzare in caso di necessità. Contestualmente a questo investimento, è stata affidata la gestione e manutenzione a una ditta esterna, con l’obiettivo di assicurarsi che la strumentazione sia sempre funzionante e in ordine, oltre ad evitare di gravare sulle casse delle associazioni comunali per la manutenzione.

“L’installazione dei defibrillatori nel territorio comunale è un bene per tutti i cittadini perché è uno strumento che tutela la salute che se usato tempestivamente può salvarla – afferma Simone Zanella, assessore allo sport. Continueremo anche a proporre corsi per imparare ad utilizzare questa strumentazione, in modo da ampliare il gruppo di persone che sono in grado di intervenire in caso di necessità”.

È degli scorsi giorni poi l’ultimo Consiglio comunale prima della pausa estiva, dove sono stati trattati alcuni temi di bilancio ma il tema principale di dibattito è stato sicuramente quello della scelta dell’Amministrazione di destinare dei fondi del Dup per degli interventi sul ripristino del centro di Nogarè e nulla per il centro di Crocetta, area che la consigliera di minoranza Lucia Poloniato ha definito: “Fortemente degradata da un punto di vista urbanistico ed igienico sanitario”. La minoranza ha sottolineato come manchino scelte strategiche che invoglino le giovani famiglie ad insediarsi a Crocetta. 

(Foto: comune di Crocetta del Montello).
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati