Farra di Soligo aderisce al progetto “Una scelta in Comune!”: dal 15 novembre è possibile scrivere sulla carta d’identità la disponibilità a donare

“Dono è vita” recita il famoso slogan e per questo molti Comuni italiani stanno proponendo ai neo maggiorenni di lasciare un segno tangibile nella propria carta d’identità elettronica: la disponibilità a donare organi e tessuti.

Dal 15 novembre anche i cittadini di Farra di Soligo potranno esprimere la propria posizione dando un segnale forte a chi ha bisogno del loro aiuto ogni giorno. 

“L’amministrazione comunale ha fortemente voluto l’avvio di questo progetto perché decidere di donare è una scelta che può cambiare la vita di chi non ha più una speranza di vita – afferma il sindaco Mattia Perencin -, ma esprimere la propria volontà sulla donazione, qualunque sia, favorevole o contraria, è una garanzia che la propria scelta venga rispettata e solleva i propri affetti, la famiglia e i parenti, dalla responsabilità di dover scegliere al posto nostro”.

L’ufficio anagrafe di ogni Comune, quando il cittadino si presenta allo sportello per il rilascio della carta di identità elettronica, raccoglie e registra le dichiarazioni, che vengono successivamente trasmesse al Sistema informativo trapianti, infrastruttura informatica che gestisce i dati collegati alle attività della rete nazionale trapianti.

“E’ giusto anche sapere – precisa Perencin – che la scelta espressa dal cittadino può essere modificata in qualunque momento recandosi agli sportelli dell’Ulss 2, visto che risulta valida l’ultima espressione rilasciata in ordine temporale”.

Per approfondire il tema, conoscere tutti gli aspetti legati al progetto e fare una scelta consapevole è possibile consultare la pagina dedicata del sito web del Comune www.farra.it , cliccando sul link “Una scelta in Comune”.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
3
Shares
Articoli correlati