“Parole attorno al fuoco”, tra i premiati Dario Bubola di Farra di Soligo e Danila Barel di Cappella Maggiore

Si è svolta lunedì 14 giugno la premiazione della 26esima edizione del Premio letterario “Parole attorno al fuoco”, indetto dall’Associazione nazionale Alpini sezione di Treviso e dal Gruppo Alpini di Arcade.

Il premio nazionale per un racconto sul tema “La Montagna: le sue storie, le sue genti, i suoi soldati, i suoi problemi di ieri e di oggi” e patrocinato dalla presidenza nazionale Ana, dalla Regione Veneto e dal Comune di Arcade.

Tra gli auotori in gara hanno avuto una segnalazione anche Dario Bubola di Farra di Soligo con “Un sorriso rubato al vento” e Danila Barel di Cappella Maggiore con “Cansiglio Mon Amour”.

Il primo premio è andato a Loreta Chenetti, di Belluno, con “La mantella di panno”. Secondo posto per Katia Tormen di Trichiana borgo Valbelluna con “Invisibile” e terzo posto per Carlo Monteleone di Palmi, Reggio Calabria, con “Un appuntamento importante”.

Le premiazioni si sono svolte nella chiesa di Arcade con la partecipazione del coro degli Alpini.

Erano presenti il presidente della sezione di Treviso, Marco Piovesan, Rolando Migotto capogruppo di Arcade, il consigliere nazionale Ana Daniele Bassetto, Emanuela Parchi della provincia di Treviso, la dottoressa Pastro per il ministero Istruzione Università e ricerca scientifica, Diego Pavan presidente del Rotary di Treviso, il presidente sezione di Conegliano Gino Dorigo, il presidente della sezione di Vittorio Veneto Francesco Introvigne, Massimo Burol presidente della sezione di Valdobbiadene e il sindaco di Arcade, Fabio Gazzabin.

Inoltre presidente della giuria Giovanni Lugaresi, con Anna Rossit Tantino, Emilio Gallina, Giustina Polon, Nicola Sergio Stefani, Ferdinando Zanatta, Elena Domeneghetti, Giuseppe Guizzo e Laura Pozzebon.

(Foto: Sezione Ana Treviso).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati