Al via l’assemblea dei Borghi più Belli d’Italia. Zaia: “Luoghi fondamentali per il turismo”. Montedoro: “Orgoglio accogliere tutti i sindaci”

Si è svolta nella giornata di oggi, sabato 14 maggio, nelle sale del municipio di Follina l’assemblea Nazionale dei Borghi più belli d’Italia, associazione nata 20 anni fa all’interno dell’Anci con lo scopo di valorizzare e promuovere i piccoli centri. Per il Veneto si tratta di una vera e propria prima non avendo mai ospitato l’assemblea.

La XXII assemblea è un momento fondamentale sia per effettuare un bilancio del 2021 e dell’ultimo biennio, fortemente segnato dalla pandemia, sia per illustrare ai soci i progetti in via di sviluppo e tracciare le strategie future.

“Oltre che promuovere e valorizzare i borghi – spiega il presidente nazionale dell’associazione Fiorello Primi – abbiamo capito che dobbiamo tutelare anche le comunità che vivono in queste zone garantendo loro i servizi minimi in quanto sono gli stessi abitanti i primi a promuovere il borgo e di conseguenza il turismo”. 

Presenti a Follina, numerosi sindaci dei 334 comuni che vantano i borghi all’interno dell’Associazione, tra cui il padrone di casa Mario Collet. 

All’apertura dei lavori hanno partecipato anche il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà, l’Onorevole Angela Colmellere, il presidente e il direttore dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Marina Montedoro e Giuliano Vantaggi e i consiglieri regionali Alberto Villanova e Tommaso Razzolini.

“Ringraziamo l’associazione Borghi più belli d’Italia per aver scelto Follina per questi tre giorni in cui si parlerà di temi importanti per i borghi e il turismo– commenta Luca Zaia – noi siamo la regione più turistica d’Italia e gran parte del nostro turismo si fonda sulla valorizzazione dei borghi e di tutto il nostro territorio, quello che un tempo chiamavamo turismo minore ma che oggi è fondamentale per la nostra economia”.

“Il borgo di Follina accoglie questo evento con lo stile e la grazia che lo caratterizzano, – spiega Marina Montedoro – parte integrante del lavoro di ospitalità che tutto il territorio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sta facendo per presentarsi al mondo come paesaggio unico per conformazione, storia, tradizioni, arte e cultura”.

“Tra i saliscendi vitati, Follina è una perla pregiata incastonata al centro delle Colline e come tale va trattata, nel rispetto del suo paesaggio, della sua storia e della sua cultura. Accogliere i sindaci dei Borghi più belli d’Italia nel suggestivo contesto di Follina è un orgoglio non solo per il comune, ma per tutte le Colline che vivranno un momento unico di condivisione di quei valori e di quella bellezza che hanno permesso a questo fazzoletto di terra di entrare di diritto nella lista dei Patrimoni dell’umanità” prosegue.

“A nome dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene che mi onoro di rappresentare desidero fare le più vive congratulazioni all’amministrazione comunale per la passione e l’entusiasmo con cui ogni giorno sa valorizzare il nostro meraviglioso territorio” conclude. 

Soddisfatto anche il sindaco Mario Collet per la scelta del suo paese come sede dell’assemblea: “Quella di oggi è una giornata importantissima – conferma – in quanto abbiamo l’occasione di far conoscere a tutti i sindaci che sono venuti a trovarci la bellezza non solo del comune ma di tutto il territorio Unesco. La speranza è quella che possano tornare a trovarci. Lo scopo dell’associazione è quello di riuscire a creare un giro di turismo anche dopo eventi come questo“.

Questi tre giorni per Follina e per il tutto il territorio è sinonimo di festa: continueranno infatti per tutto il pomeriggio e per la giornata di domani gli eventi e gli stand dei Borghi più belli del Veneto, tanta musica e prelibatezze.

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati