Follina, da Roma i soldi per la progettazione di riapertura della strada del Praderadego. Collet: “Ora attendiamo buone notizie anche dalla Regione”

Sarà il ministero dell’interno a finanziare la progettazione dell’intervento, da oltre mezzo milione di euro, necessario a mettere in sicurezza i versanti che costeggiano la strada del Praderadego, da cui periodicamente si staccano, piombando sulla strada, dei massi.

Mercoledì da Roma ci è arrivata la comunicazione che la nostra richiesta di contributo per le spese tecniche di progettazione dell’intervento, a seguito di bando a cui avevamo partecipato, è stata accolta – fa il punto il sindaco Mario Collet – Il contributo è di 49mila euro e coprirà l’incarico di progettazione che nelle prossime ore procederemo ad affidare. Ora attendiamo che pure dalla regione arrivino buone notizie circa la richiesta di compartecipazione alle spese dei lavori”.

Il comune di Follina ha stimato che serviranno circa 620mila euro, tra spese tecniche di progettazione e lavori, per poter sanare tutte le criticità emerse lungo la strada del Praderadego su cui, in ottobre, erano ancora una volta piombati dai versanti enormi massi (vedi articolo) e da allora sempre chiusa.

“Per poter riaprire la strada – prosegue Collet – al momento sarebbe sufficiente un primo intervento per circa 70-80mila euro per il quale spero ci arrivi presto dalla regione una conferma di compartecipazione alla spesa. Come comune, almeno fino a luglio, non possiamo affrontarla per i vincoli imposti al nostro bilancio. Turisti e proprietari di seconde case sul Praderadego iniziano a soffrire di questa chiusura e tante sono le sollecitazioni che mi arrivano, ma come comune al momento non possiamo attingere fondi dal nostro bilancio”.

Sempre in questi giorni, Follina è risultata beneficiaria di un altro contributo per la costruzione del nuovo chiosco-bar nel campo sportivo “Tomasi”: sono arrivati circa 73mila euro che copriranno la metà della spesa.

(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
15
Shares
Articoli correlati