Follina, spegne 70 candeline il negozio Collantin, il “casoìn” di Pedeguarda. “La spesa a domicilio? Noi la portiamo da 60 anni”

“Pensi che quando papà ha aperto il negozio la carta igienica non c’era. Ora, 70 anni dopo, i clienti ci spronano a seguire i tempi, e i prodotti che abbiamo sono dei più vari”.

Ha compiuto i suoi primi settant’anni il negozio di alimentari della famiglia Collantin nella frazione di Pedeguarda. Lo aveva aperto Italo, quando di anni ne aveva 17: era il 1° settembre 1951. Poi nel 1954 si spostò di 50 metri, al civico 19 di via Pedeguarda dove si trova ancora oggi. E ad Italo Collantin si affiancò la moglie Maria Recchia. Italo oggi non c’è più e Maria ha 87 anni. L’attività viene portata avanti dalle figlie Luigina e Patrizia che, oltre a vendere generi alimentari, svolgono più che mai ora, visti i tempi, anche un “servizio sociale”, portando insieme alla spesa anche una parola ai loro clienti, soprattutto agli anziani.

“Oggi va di moda la consegna a domicilio, ma noi è una vita che la facciamo – sottolinea Luigina -. Papà lo faceva già 60 anni fa. Iniziò la mamma a piedi, poi con il motorino, quindi con l’Ape. Ora lo facciamo noi con l’auto”.

Le difficoltà in 70 anni di attività non sono mancate. Soprattutto negli ultimi tempi, con l’avvento dei supermercati. Ma il piccolo negozio di vicinato resiste, grazie ad uno zoccolo duro di affezionati clienti. Tra loro anche il sindaco Mario Collet: “Questo piccolo negozio è da sempre un punto di riferimento per la frazione. Nonostante la presenza dei supermercati, la famiglia Collantin tiene duro con tanto sacrificio e passione. E testimonia il vero spirito di servizio per la comunità. A loro va il mio augurio che l’attività prosegua ancora a lungo”.

Per il 70esimo del negozio, i Collantin avrebbero voluto organizzare una festa, ma il momento segnato dalla pandemia non gliel’ha permesso. Un segno c’è comunque stato: hanno voluto realizzare un cartello per ricordare il traguardo raggiunto. “Grazie di cuore a tutti voi per la fedeltà da Italo, Maria, Luigina e Patrizia” hanno scritto.

“Con la pandemia in molti ci hanno riscoperto – conclude Luigina -. Questi non sono anni facili per una piccola attività come la nostra, ma il servizio e la disponibilità verso i clienti fanno la differenza. E questo ci viene riconosciuto da molti”.

(Foto: per concessione di un lettore).
#Qdpnews.it

Total
41
Shares
Articoli correlati