Follina, svuotano il camion e trovano all’interno un 18enne di origini afghane. Il giovane portato in un centro d’accoglienza

Un giovane di origini afghane è stato trovato, privo di documenti, durante le operazioni di svuotamento di un mezzo pesante arrivato dalla Slovenia e guidato da un ventenne di origini croate.

Sono stati i Carabinieri di Cison di Valmarino e di Pieve di Soligo a portare il ragazzo in caserma, dove è stato identificato ricostruendo anche il tragitto compiuto dal mezzo pesante, che è entrato in territorio italiano passando per Trieste.

Gli stessi Carabinieri, chiamati dal titolare dell’azienda follinese, hanno accertato anche l’estraneità ai fatti da parte del camionista, che era ignaro del fatto che il 18enne si fosse intrufolato nel suo camion, nel vano dove vengono tenute le ruote di scorta.

Al termine delle operazioni di identificazione, e dopo l’arrivo dei sanitari del Suem per verificarne le condizioni ed effettuare il tampone anti Covid, il giovane afghano è stato portato, in accordo con la Prefettura, in una struttura di accoglienza del vittoriese.

Sono numerosi i casi di persone che provano ad entrare nel territorio Italiano servendosi dei camion: nel mese di febbraio i Carabinieri della stazione di Susegana, grazie alla collaborazione del titolare di un agriturismo di Mareno di Piave, fermarono e identificarono un cittadino di probabile origine mediorientale, trovato privo di documenti all’interno di un camion che trasportava bancali.


(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati