Fregona, la Protezione Civile regionale e nazionale in sopralluogo sulle zone disastrate dal nubifragio. Chies: “Due milioni e mezzo di euro di danni”

Importanti ieri mattina l’incontro e il sopralluogo sui luoghi del comune disastrati dal nubifragio dello scorso mese di dicembre, che ha provocato danni al patrimonio comunale per circa 2 milioni e 200 mila di euro in strutture pubbliche, parco Grotte del Caglieron compreso, ed oltre 340 mila euro di danni a privati.

Hanno partecipato in municipio i rappresentanti della Provincia, della Protezione civile regionale e nazionale, Genio civile e Servizi Forestali: “Grazie all’interessamento della nostra deputata Angela Colmellere e dell’assessore regionale Giampaolo Bottacin – spiega il sindaco Patrizio Chies – ai quali abbiamo fatto presente e sollecitato le nostre richieste dopo quel disastro, finalmente abbiamo ottenuto questo primo risultato”.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è fregona-prot-civile-230421.jpg

Accompagnati dallo stesso sindaco con gli assessori Sandro Dottor e Gianni Andreetta agli ospiti sono stati fatti vedere tutti gli interventi che l’amministrazione con i servizi forestali e Genio civile hanno effettuato, e ovviamente gli ancora tanti interventi da effettuare come quelli sulle frane, e messa in sicurezza.

Il sopralluogo poi è passato anche per Cappella Maggiore e Cordignano, che a loro volta hanno fatto richieste e avuto danni consistenti.

 “Il problema – ricorda l’assessore ai Lavori Pubblici Dottor – era che in un primo momento le nostre segnalazioni non sono state accettate. Erano state approvate solo quelle della provincia di Belluno, lasciando fuori Treviso, e, con i danni che abbiamo subito, non era proprio il massimo. E quindi abbiamo chiesto aiuto ai nostri rappresentanti, che ringraziamo, e da qui il sopralluogo delle istituzioni che ci permetterà di avanzare anche richieste di adeguati contributi”.

(Foto: Comune di Fregona).
#Qdpnews.it


Total
18
Shares
Articoli correlati