Osteria “Da Meneghin”, un luogo storico del commercio veneto. La storia di Teresa, da 73 anni dietro al bancone

Basta il suo sorriso per subliminare il tempo che inesorabile passa. Per Teresa Durante, 83 anni, nata e vissuta sempre a Cusignana, frazione di Giavera del Montello che fino agli anni ’60 fu Comune di Arcade, sembra che il tempo si sia fermato.

Da ben 73 anni gestisce la storica osteria “Da Meneghin” di via Castagnè 1. Lì dove è nata 83 anni fa e dove a soli 10 anni fu costretta a iniziare a occuparsi dell’attività di famiglia.

Quando aveva 5 anni il padre morì e quando aveva solo dieci anni la madre si ammalò gravemente e dovette così preoccuparsi di mandare avanti l’osteria.

Nel 1953 la madre morì. Dovette lasciare la scuola e anche accudire le due sorelle più piccole, Antonietta e Gina, affrontando con coraggio le difficoltà che le si presentavano davanti, pur essendo  ancora una bambina.

Oggi per Teresa arriva una grandissima soddisfazione, la sua osteria è stata inserita nell’elenco regionale dei luoghi storici del commercio. Un riconoscimento, in realtà, avvenuto nel 2018, e rimasto per tre anni in un cassetto degli uffici regionali.

Guarda con orgoglio l’attestato e la targa che verrà apposta all’ingresso della sua osteria, le tornano alla memoria molti di quei 73 anni passati a mescere il vino e a preparare deliziosi cicchetti: dai bagoletti, ai folpetti, le classiche uova sode, sarde in saor e aringhe, e quant’altro.

Sorride, gli occhi umidi dalle lacrime, sempre molto composta e curata, Teresa ci racconta la sua storia, fatta di sacrifici, di difficoltà affrontate sempre col sorriso sulle labbra. Il fisico apparentemente esile nasconde una scorza forte, una determinazione che le ha consentito di superare ogni ostacolo che si è presentato nel corso della sua vita.

La famiglia Durante di Cusignana acquistò la casa (dove al piano terreno si trova l’osteria) dalla famiglia Soligo che viveva nelle vicinanze. A gestire l’osteria c’era un’anziana donna (che non si era mai sposata), di nome Meneghina che, con ogni probabilità, gestiva il locale ancor prima della Grande Guerra.

Per i genitori di Teresa, Severino Durante detto “Cicci” e Zita Giusti si apriva una nuova vita. Zita era parente diretta del noto imprenditore Ermenegildo Giusti, tanto che quest’ultimo ha acquistato la casa dove era nata la mamma di Teresa. Nel 1965 si sposa con Severino Calesso, che come attività inizialmente faceva il muratore ed era poi andato a lavorare al calzaturificio Garmont.

“Andavo a scuola davanti alla trattoria San Rocco, alle elementari di Cusignana, ma quando la mamma si è ammalata ho dovuto lasciare per occuparmi dell’osteria – ci racconta Teresa Durante -. Partivo da casa a piedi, attraverso la Spinea, con la mia cartella fatta di legno. Ricordo ancora un giorno, mi trovavo con la mamma a passare per la Spinea. C’era la guerra e improvvisamente molti aerei passarono sulle nostre teste. Ribaltò la carriola e mi mise sotto per proteggermi, come se, fosse caduta davvero una bomba, la carriola avesse potuto proteggermi. Ma quell’immagine è ancora nitida nella mia memoria”.

Teresa e Severino hanno avuto due figlie, Vitalina e Loretta. Nel 1960 “Da Meneghin” arrivò anche la televisione; da tutta la borgata andavano nel locale per vedere le immagini della scatola magica. Da Meneghin si giocava a carte e c’era anche un campo di bocce, dove si giocò fino agli anni ’90.

Mia mamma – racconta ancora Teresa – partiva a cavallo con un carro pieno di botti. Impiegava un giorno intero per andare e venire da Col San Martino, dove si riforniva di vino per l’osteria. Ricordo anche le feste con musica e balli che si facevano in questo locale quando veniva raccolto l’orzo e il frumento dagli affittuari del Conte Agostini”.

Dal nome della vecchina che gestiva l’antica osteria, i Durante sono sempre stati “I Meneghin”.

Oggi Teresa è ancora lì dietro al bancone, per lei il tempo sembra non essere passato e spera probabilmente che qualcuno dei suoi adorati nipoti Marco, Samuele, Anna e Chiara, porti avanti l’attività tenendo aperta una delle più antiche osterie della zona.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati