Bocce, estasi Marenese: Ivan Soligon e Alex Zoia campioni del mondo nel volo a coppie, bronzo per Stefano Pegoraro nel tiro progressivo seniores


Un successo incredibile per la Bocciofila Marenese: i giovani atleti Ivan Soligon e Alex Zoia hanno conquistato il primo posto nella specialità volo al campionato del mondo svoltosi a Martigues in Francia.

Con un bocciodromo pieno di tifosi transalpini ad incitare i propri atleti, la coppia under 23 è riuscita a salire sul tetto del mondo, battendo nel gioco a coppie 8 a 6 i francesi Romain Garnier e Nicolas Peyron-Gerard.

Per i due atleti, il 21enne vazzolese Ivan e il 22enne Alex, residente a Spilimbergo, dopo l’argento mondiale di Alassia 2019 arrivato contro i francesi, si tratta di una grande rivincita e del giusto premio ai tanti allenamenti e sacrifici effettuati in questi ultimi tre anni per arrivare al gradino più alto del podio.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mareno-bocce-230921.jpg

Ma a brillare in casa Marenese non sono stati solo i due giovani: l’atleta Stefano Pegoraro ha conquistato un prestigioso terzo posto nel tiro progressivo seniores, sfiorando anche la finale, dopo una sfida decisa agli spareggi.

Grande gioia anche per il presidente della società Giuseppe Garbet, che ha così commentato i successi dei tre atleti: “Per quanto riguarda Ivan e Alex siamo molto soddisfatti. – afferma – Eravamo fiduciosi come team, anche perché i ragazzi venivano da ottimi risultati recentemente ed erano carichissimi. Un successo meritato”.

“Vincere in Francia contro i francesi è incredibile – ammette – Non era facile, sono stati straordinari, ragazzi e staff. Per quanto riguarda Stefano sono contento anche per lui, poiché è arrivato da poco qui da noi (era a Noventa di Piave), ha cominciato col botto“.

Un’iniezione di fiducia non indifferente per il club marenese, che con questi risultati è pronto ad arrivare all’inizio della nuova stagione con il morale alle stelle.

(Foto: per gentile concessione di Giuseppe Garbet).
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati