Crespignaga, crolla a terra per un arresto cardiaco ma tre coraggiosi lo salvano seguendo le indicazioni fornite al telefono dal 118

Questa mattina verso le 8.15 un uomo di circa 70 anni stava correndo lungo via Chiesa a Crespignaga di Maser quando improvvisamente, colto da un malore, si è accasciato a terra: alcuni cittadini, allarmati nel vederlo disteso, l’hanno raggiunto, chiedendo aiuto anche a chi abitava nelle vicinanze.

In quel momento sulla strada passava Massimo Busana, titolare di un’azienda agricola di giardinaggio e vivaio: “Ho capito subito che era successo qualcosa di grave: l’uomo disteso a terra emetteva un rantolo e non aveva polso. Non sapevo cosa fare se muoverlo o non muoverlo, così ho chiesto a una ragazza lì vicina che aveva il telefono in mano di chiamare il 118”.

“Lei è stata davvero coraggiosa, mi teneva il telefono sempre vicino in modo che potessi sentire le indicazioni del Suem. L’operatore mi ha detto di girarlo e praticargli il massaggio cardiaco. Non l’avevo mai fatto. Dopo qualche minuto l’uomo ha cominciato a fare piccoli respiri“.

“A un certo punto non ce la facevo più, complice la tensione, e ho chiesto a qualcuno di andare a chiamare un amico che abita lì vicino”. Il secondo soccorritore, Nico Zilio, ha quindi dato il cambio a Busana fino all’arrivo dell’ambulanza.

“Mentre gli facevo il massaggio cardiaco gli parlavo e lo incoraggiavo: “Dai forza ce la puoi fare” gli dicevo – racconta Massimo Busana – Poi l’hanno portato via e non so in che condizioni sia. Spero tanto che si salvi”.

L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Castelfranco Veneto.

Un atto di coraggio che ha commosso la comunità di Crespignaga e, secondo quanto riferito dai testimoni anche i sanitari si sono complimentati con questi tre “eroi del giorno”.

(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
75
Shares
Articoli correlati