Miane modifica lo statuto del Consiglio comunale, previsti presidente e vicesegretario: “Obiettivo richiamare i principi costituzionali”

Novità importanti dalla seduta consiliare di lunedì scorso, 29 marzo, a Miane: sono state approvate all’unanimità le modifiche allo statuto del consiglio comunale.

Su proposta della giunta Buso lunedì si è discussa una scelta non obbligatoria per un piccolo ente locale come Miane, ma in cui la maggioranza e il sindaco Denny Buso credono molto. 

L’obiettivo è infatti richiamare a livello comunale alcuni principi fondamentali della Costituzione Italiana, in particolare l’equa suddivisione dei tre poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario) coniata nel ‘700 dall’illuminista francese Montesquieu.

Nello specifico, le modifiche approvate all’unanimità dai consiglieri mianesi prevedono l’introduzione di un vicesegretario interno tecnico, ossia un dipendente comunale con i necessari requisiti giuridici che potrà sostituire il segretario in sua assenza esercitando alcune delle sue funzioni, ed inoltre l’istituzione dell’incarico di presidente del Consiglio comunale.

Le modifiche statutarie introdotte lunedì scorso, infine, vanno a dare la possibilità di istituire un gruppo misto in Consiglio anche se il gruppo stesso è rappresentato da un solo consigliere.

Novità non solo formali ma con ruoli effettivi che mirano a responsabilizzare ulteriormente i consiglieri, persone scelte dai cittadini che hanno deciso di affidarsi a loro e alle loro capacità.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
3
Shares
Articoli correlati