Dal 20 giugno Parco Manin amplia la sua palestra all’aperto, al via la terza edizione di “Ridatti una mossa” con 122 appuntamenti da giugno a settembre

Dopo un anno di pausa a causa dell’emergenza Covid, torna uno dei format estivi più apprezzati in città con la terza edizione dell’iniziativa “Ridatti una mossa”, promossa in collaborazione tra il Comune di Montebelluna e il Dipartimento Prevenzione e Salute dell’Ulss2 nell’ambito del progetto “Lasciamo il segno – la rete trevigiana dell’attività fisica”.

Un’iniziativa all’insegna del benessere per promuovere l’attività motoria con lezioni gratuite all’aperto, nella cornice di Parco Manin, ed in compagnia.

Le lezioni iniziano lunedì 20 giugno, 122 gli appuntamenti estivi, nove le associazioni coinvolte e dieci le discipline disponibili per tutte le età: il ballo country, ving tsun difesa personale, body tonic, yoga anakulana – hata yoga e Saluto al sole, movimento e yoga in gravidanza, tango argentino, gruppi di cammino e nordic walking, movimento mamma e bebè e massaggio neonati (0-12 mesi), gruppi di cammino e nordic walking, viet tai chi, giovo yoga 3-6 anni / 6-10 anni e 18-36 mesi con adulto.

Ognuno potrà sceglie a quale lezione iscriversi scegliendo dal nutrito calendario che prevede lezioni fino al 14 settembre.

Numerosi sono i benefici dell’attività all’aria aperta: partecipare a una o più attività nell’ambito dei ricchi calendari proposti da “Ridatti una mossa” consente di allenarsi in mezzo al verde, ridurre lo stress, migliorare il tono dell’umore, approfondire la conoscenza del territorio, socializzare. Praticare attività fisica con regolarità svolge un ruolo di primaria importanza nella prevenzione di malattie cardiovascolari, tumori, diabete, ipertensione arteriosa e obesità.

“Ringrazio l’Ulss 2 che hanno quest’anno si è messa a disposizione per confezionare un calendario di tutto rispetto con oltre 100 proposte e appuntamenti che popoleranno ulteriormente il parco Manin che ben si presta a iniziative del genere all’insegna del movimento e dello sport ed in linea anche con la recente inaugurazione dell’area fitness. – afferma il sindaco Adalberto Bordin – Ringrazio anche il volontariato sportivo che si mette a disposizione per un progetto che riguarda la salute dei cittadini promuovendo il movimento in contesto urbano come da tempo sottolinea l’Organizzazione mondiale della sanità”.

“Dopo la positiva esperienza dei primi due anni con decine e decine di appuntamenti al Parco Manin e la partecipazione di tantissime persone, torniamo a proporre “Ridatti una mossa” che coniuga due aspetti sempre più sentiti e apprezzati dalla popolazione: quello di poter fare attività motoria e di poterlo fare all’aria aperta, in mezzo al verde, lontano dallo stress quotidiano” spiega l’assessore allo sport Andrea Marin.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
17
Shares
Articoli correlati