Montebelluna, attivato un numero “green” per problemi del verde pubblico. Record di raccolta differenziata sopra l’88%

A partire da oggi, lunedì 6 dicembre, è attivo un nuovo numero “green” dedicato a segnalazioni, criticità e richieste riguardanti il verde cittadino. I cittadini potranno telefonare allo 0423 617402 e richiedere l’intervento del Comune o di enti terzi (come Ats, Contarina) per migliorare la sicurezza di strade e marciapiedi o, ad esempio, manutenere i parchi pubblici.

“Questo contatto telefonico – spiega il vicesindaco e assessore all’Ecologia Claudio Borgia – è il primo di una serie di nuovi progetti che introdurremo per migliorare la qualità del verde pubblico a Montebelluna. Abbiamo deciso di attivare questo nuovo servizio, anche e soprattutto, per potenziare l’aspetto generale della nostra città e per rispondere in modo più rapido alle esigenze dei cittadini; l’ufficio Ecologia infatti, con i suoi addetti che lavorano nel territorio, ha un buon punto di vista sulla situazione ‘verde’ montebellunese ma siamo convinti che qualche occhio in più possa aiutare i nostri dipendenti ad individuare soprattutto situazioni in cui la sicurezza viene meno per colpa di polloni cresciuti troppo, alberi pericolanti, fronde sporgenti o radici affioranti”.

Al telefono risponderà un dipendente comunale, che vanta una lunga esperienza come giardiniere. E compilerà un documento in merito alle segnalazioni per organizzare i vari lavori e rispettare le priorità e le tempistiche. “Per questo nuovo servizio – aggiunge Borgia – abbiamo stanziato 20mila euro che serviranno a intensificare, per i primi mesi, gli interventi della cooperativa incaricata che affiancherà i nostri dipendenti comunali nella risoluzione delle criticità segnalate”.

L’avvio di questa iniziativa arriva a pochi giorni dalla pubblicazione della classifica dei Comuni ricicloni promossa da Legambiente. Quest’anno Montebelluna ha superato sé stessa, ottenendo il primo posto nella classifica dei comuni veneti con più di 30mila abitanti con una produzione di secco pro capite annuo pari a 48 chilogrammi e una raccolta differenziata che si attesta sull’88,1%, cifra record, in crescita di tre punti percentuali rispetto al 2016. La quota pro capite di rifiuto indifferenziato è invece scesa di oltre 6 chili.

Montebelluna è così passata dal 243° posto in Italia al 133° (per Comuni con più di 15mila abitanti), a livello regionale invece è salita al 4° posto (per Comuni con più di 15mila abitanti) nel 2021, mentre nel 2016 era ferma al 19°.

“È un vero e proprio successo – commenta il sindaco Adalberto Bordin – merito in primis dei cittadini che in questi anni hanno dimostrato un senso civico straordinario ma anche dell’ente gestore Contarina che applica nel territorio un modello di gestione efficacie grazie al quale il nostro territorio è uno dei più performanti in Italia”.

(Foto: Comune di Montebelluna).
#Qdpnews.it


Total
1
Shares
Articoli correlati