Montebelluna capitale europea della kickboxing, sabato scorso oltre 300 atleti di tutte le età si sono sfidati al Palamazzalovo


Una giornata all’insegna della kickboxing quella di sabato scorso al PalaMazzalovo di Montebelluna.

La città per un giorno è diventata capitale europea della kickboxing, ospitando l’European Open Italy, primo evento targato World Kickboxing and Karate Union (Wku).

Una cornice di atleti non indifferente (oltre 300 dai 6 ai 50 anni) quella presenta al palazzetto montebellunese che ha visto andare in scena diverse sfide tra diverse categorie.

Titoli europei in palio della kickboxing a contatto leggero e pieno, in particolare nelle discipline light contact, kick light, point fighting per il contatto leggero e k1 e full contact per il contatto pieno, il tutto sotto gli occhi di un ospite speciale, ovvero il presidente mondiale della Wku Klaus Nonnemache.

Ad organizzare l’evento due scoietà trevigiane, la Vedelaghese Fight Club Italia 23 del maestro William Zanatta e la vittoriese Ki Do Ryu Kickboxing del maestro Luca Favero con il patrocinio del Comune di Montebelluna.

Prima dello start ufficiale all’evento sportivo c’è stata inoltre la cerimonia d’apertura in cui sono stati consegnati alcuni riconoscimenti come i diplomi di cinture nere.

(Foto: Ki Do Ryu Kick Boxing).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati