Oggi la “Marcia dei pinguini” per sostenere la piscina di Montebelluna. Sei società sportive montebellunesi si uniscono per superare le difficoltà

È iniziata questa mattina alle 9 negli impianti natatori montebellunesi la “Marcia dei pinguini”, una maratona di nuoto non competitiva per sostenere le piscine comunali di Montebelluna.

La manifestazione è nata dalla collaborazione tra Ssd Montenuoto, Asd Montebelluna Nuoto e 6’S Team (consorzio sportivo nato dalla sinergia di Montebelluna Nuoto, Basket Montebelluna, Atletica Montebelluna, Scherma Montebelluna, Montevolley e Rugby Montebelluna) con il patrocinio del Comune di Montebelluna e il supporto di Sport Life.

L’obiettivo dell’evento è sostenere la piscina e le sue attività future dopo il periodo di pandemia e il caro energia che stanno mettendo in crisi una struttura d’eccellenza, presente in città da 42 anni, nella quale si sono allenati atleti di fama nazionale e internazionale che hanno dato lustro a Montebelluna.

“Vedere tutti questi giovani oggi in piscina ci dà della speranza per il futuro – ha affermato Giovanni Menegon, presidente della Montenuoto – Questi due anni di pandemia ci hanno messo in una situazione difficile, nella quale ci troviamo ancora. Nell’ultimo periodo, però, mi sembra di vedere che il mondo delle piscine si stia muovendo. Non siamo tornati al top, ci vorrà ancora diverso tempo, ma siamo speranzosi che la situazione possa cambiare. Vedo tanto entusiasmo intorno a me e questo mi fa essere fiducioso”.

“L’obiettivo della ‘Marcia dei pinguini’ è quello di sensibilizzare le persone sul fatto che il mondo dello sport in Italia è in mano al 90% ai volontari – aggiunge il presidente dell’Asd Montebelluna Nuoto, Fabio Flora – Se vengono a mancare i volontari c’è il rischio che crollino tante realtà in questo e in altri settori. Inoltre, abbiamo voluto stimolare l’aiuto reciproco tra varie società sportive: 6’S Team è un consorzio che unisce le sei società sportive principali di Montebelluna e che è nato proprio per questa finalità”.

“In questa manifestazione ognuno poteva fare il numero di vasche che si sentiva di fare – conclude -, dichiarandolo all’inizio. Daremo diversi premi: al nuotatore e alla nuotatrice più giovani, al nuotatore e alla nuotatrice più anziani, al gruppo più numeroso, al gruppo che ha coperto la distanza più lunga, al nuotatore e alla nuotatrice che hanno coperto la distanza più lunga. Alle istituzioni chiediamo sensibilità e allo Stato italiano in particolare chiediamo di cambiare linea e di vedere nello sport una risorsa”.

Il vicesindaco Claudio Borgia e l’assessore Andrea Marin hanno confermato il sostegno dell’amministrazione comunale di Montebelluna alle piscine, sottolineando la collaborazione con le società sportive montebellunesi.

“Gli impianti natatori non possono resistere solo con le loro forze o con il sostegno delle amministrazioni locali – ha affermato Borgia -, speriamo che le altre istituzioni italiane se ne accorgano. Il Comune di Montebelluna continua ad essere al fianco delle piscine della nostra città non solo oggi ma tutti i giorni dell’anno. Cerchiamo di dare il nostro contributo e di sostenere le nostre piscine che sono al centro del progetto sportivo della nostra città”.

“Questa è una bellissima giornata di sport – ha aggiunto l’assessore Marin – Ringrazio tutte le persone che hanno deciso di sostenere le piscine di Montebelluna partecipando alla Marcia dei pinguini”.

Presenti alla chiusura della manifestazione il sindaco Adalberto Bordin, l’assessore Andrea Marin, i consiglieri regionali Silvia Rizzotto e Tommaso Razzolini e il campione di nuoto Federico Colbertaldo.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata – Comune di Montebelluna).
#Qdpnews.it

Total
16
Shares
Articoli correlati