Precipita con il deltaplano dal Monte Grappa, 83enne montebellunese perde la vita. Inutili i soccorsi

Caduto subito dopo il decollo con il suo deltaplano, un pilota trevigiano di 83 anni ieri ha perso la vita a Borso del Grappa.

Dalle informazioni dei testimoni, per motivi da accertare, nel momento della rincorsa lungo la pedana del Col del Puppolo, E.G., di Montebelluna, non è riuscito a staccarsi per il decollo ed è precipitato dal salto di roccia di una ventina di metri al termine del tratto inclinato, finendo nel bosco sottostante.

Scattato l’allarme, verso le 13.30, sul posto è arrivato l’elicottero di Treviso emergenza, che ha calato con il verricello tra gli alberi équipe medica e tecnico di elisoccorso, raggiunti a piedi successivamente dal personale sanitario dell’ambulanza del Suem di Crespano e da sette volontari del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa.

Purtroppo al medico non è restato che constatare il decesso dell’uomo.

I soccorritori hanno quindi messo in sicurezza la vela e ripulito dai rovi e dalle piante uno spiazzo per facilitare il recupero della salma, avvenuto sempre con il verricello, che è stata poi trasportata sulla strada e affidata al carro funebre.

Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri di Borso del Grappa.

(Foto: Cnsas).
#Qdpnews.it

Total
28
Shares
Articoli correlati