Montebelluna, sassate e urla contro una giovane a pochi passi dal centro. I residenti: “Succede ogni sera, siamo molto preoccupati”

Ho visto io stesso i sassi tirati in faccia. Bisogna fare qualcosa”. Non nasconde la preoccupazione e l’esasperazione un residente di un condominio nella zona del cimitero di Montebelluna, testimone insieme ad altri cittadini di ripetute violenze fisiche e verbali da parte di un giovane uomo nei confronti di una donna, probabilmente la compagna.

“Da alcune settimane sentiamo urla continue provenire da quella casa, e abbiamo visto e sentito i lanci di pietre e sassi contro la ragazza. Ho provato ad intervenire per provare a calmare la situazione, quando lei si è avvicinata verso la nostra palazzina per provare a sfuggirgli, ma lui è un tipo molto violento”.

Stando alle testimonianze, altri abitanti della zona si sarebbero trovati dei sassi nel giardino, e la paura che questi lanci possano far male non solo alla ragazza, ma anche a dei passanti in bici o in auto, è sempre più alta. “Abbiamo chiamato più volte i Carabinieri, segnalando il fatto e speriamo che possano intervenire quanto prima. Stiamo pensando anche a una raccolta di firme perché la situazione sta degenerando. L’uomo tira sassi anche a caso, con grande pericolo di tutte le case vicine”.

Il sindaco Adalberto Bordin afferma di voler prendere subito tutte le informazioni necessarie per affrontare la questione: “A prescindere dalla data del 25 novembre, la violenza è inammissibile. Cercherò di capire esattamente chi siano queste persone, interessandomi anche con le Forze dell’ordine, per evitare che questo fatto si ripeta ancora e si possano evitare in tempo possibili tragedie”.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
15
Shares
Articoli correlati