L’Asd Pieve 2001 festeggia i 20 anni di attività, la società: “C’è rammarico per non poter giocare le nostre partita in casa. Quest’anno giocheremo a Tarzo”

È cominciato sabato 6 novembre, il campionato dell’Asd Pieve 2001, società sportiva amatoriale di calcio a 11 di Pieve di Soligo, fondata nel 2001 e che quest’anno festeggia i suoi 20 anni di attività con circa 45 iscritti.

“Siamo, in pianta stabile, inseriti in un campionato che negli ultimi anni si è evoluto e ringiovanito che ad oggi conta 32 squadre nel territorio del Quartier del Piave” affermano dalla società.

Molti di voi conosceranno la società anche per le attività che hanno svolto negli anni, come l’ultima organizzazione del 1° torneo di calcio saponato a Solighetto nel 2019.

Con molto rammarico in questi 20 anni di attività non c’è mai stata la possibilità di poter disputare le nostre partite in casa nel territorio pievigino, – spiegano dalla società – a parte qualche anno iniziale a Barbisano, costringendoci quindi a dover “cercare ospitalità” in comuni limitrofi e che gentilmente ringraziamo (negli anni: Falzè di Piave, Bigolino, Follina, Rua di Feletto, Refrontolo…)”.

“Quest’anno, in occasione del nostro 20° anno di attività, lo stemma del comune di Pieve di Soligo che campeggia sulle nostre divise, lo porteremo allo stadio comunale di Tarzo dove disputeremo le partite “in casa”, ringraziando per l’ospitalità il Comune e la Società Feletto Vallata” precisano.

Dall’organizzazione hanno però voluto precisare: “Queste premesse non vogliono essere una critica alle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, semmai uno stimolo e uno spunto di riflessione per progetti futuri”.

“Pur comprendendo le oggettive difficoltà di gestione delle varie associazioni e dei pochi spazi dedicati al calcio ad 11 nel nostro comune, non si capisce come non ci sia nemmeno la volontà di provare a risolvere questo problema della nostra Città di Pieve di Soligo – proseguono – Se vogliamo essere “città” nel vero senso della parola, bisognerebbe anche provare a risolvere queste piccole problematiche, magari attraverso proposte progettuali da parte del Comune stesso, che possano essere incentivate e sostenute da bandi provinciali e regionali”.

(Fonte e foto: ASD Pieve).
#Qdpnews.it


Total
1
Shares
Articoli correlati