Calcio, Simone Pasa e Mattia Finotto festeggiano la salvezza del Pordenone: i friulani battono il Cosenza e rimangono in Serie B

Festa grande per il Pordenone, il club in cui militano il montebellunese Simone Pasa e il pievigino Mattia Finotto ha raggiunto ieri, lunedì 10 maggio, la salvezza matematica in Serie B.

Una gara che ha visto i friulani, allenati da Maurizio Domizzi, subentrato a sua volta al montebellunese Attilio Tesser lo scorso 3 aprile (qui l’articolo), vincere 2 a 0 lo scontro da dentro e fuori contro il Cosenza allo Stadio Guido Teghil di Lignano Sabbiadoro.

Pasa, ex Inter e Cittadella, entrato nel 60esimo al posto di Giacomo Calo, sul risultato di 0 a 0 ha contribuito a tenere compatto il risultato contro un Cosenza che ha più volte sfiorato il vantaggio.

Il mediano montebellunese, figlio d’arte (il padre Daniele ha allenato il Montebelluna Calcio fino allo scorso gennaio, nonchè ex mediano di Udinese, Salernitana e Genoa), ha fornito una prova di sostanza in una stagione non proprio fortunata dove il 27enne ha dovuto saltare diverse partite causa infortunio. Ma quando c’è stato bisogno si è sempre fatto trovare pronto.

Detto fatto con la sua entrata i friulani hanno trovato dopo quindici minuti il gol del vantaggio firmato dal compagno di squadra Butic, abile a trovare la rete grazie a un mancino rasoterra.

E infine, nei minuti di recupero dopo l’espulsione di un giocatore del Cosenza, c’è stato anche il gol del 2 a 0 definitivo, grazie all’autorete di Crecco, che ha sancito così la salvezza dei neroverdi e la retrocessione dei calabresi.

Al fischio finale ovviamente è scattata la festa liberatoria dopo una stagione non semplice per il Pordenone, che ha visto i “ramarri” scivolare pian piano nelle zone basse della classifica dopo una metà di stagione complicata.

Per quanto riguarda Mattia Finotto non c’è stato modo di festeggiare sul campo, nessuna presenza per lui dopo il suo arrivo dal Monza, causa il grave infortunio al legamento crociato del ginocchio a ottobre (qui l’articolo) che lo ha tenuto fuori dal campo per diversi mesi, però per l’attaccante è comunque una salvezza da aggiungere al curriculum già ricco di esperienze importanti in squadre di Serie B (dopo la promozione con la Spal, i playoff con il Cittadella).

(Foto: Pordenone Calcio – Kevin Biondi).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati