Solighetto in festa per i 100 anni di Ester Lucchetta, commozione per la sorpresa del sindaco Soldan

La comunità di Solighetto festeggia Ester Lucchetta che ieri, domenica 11 aprile 2021, ha spento ben 100 candeline per la gioia di nipoti e parenti.

Nella sua famiglia, però, i centenari non sono una novità perché anche altre due sorelle, mancate rispettivamente nel 2014 e nel 2015, hanno raggiunto l’età di 102 anni e quasi 103 anni, dimostrando che in casa Lucchetta si conoscono i segreti per l’elisir di lunga vita.

Ester è sempre stata un po’ pessimista e in più di un’occasione ai suoi familiari ripeteva che non sarebbe arrivata ai 100 anni come le sorelle: invece la vita l’ha sorpresa e la signora Lucchetta è riuscita ad essere indipendente fino a un mese fa, vivendo da sola nella sua abitazione di via Brandolini a Solighetto.

Oggi è stata grande l’emozione per l’incontro con il sindaco Stefano Soldan, che è venuto di persona a farle gli auguri e a portarle dei fiori a nome della comunità pievigina.

“La signora si è commossa – ha spiegato il primo cittadino di Pieve di Soligo – e le ho detto che vorrei tanto vederla spegnere 101 candeline l’anno prossimo, sperando di aver superato la pandemia. In un momento così complicato, vedere delle persone anziane in salute fa piacere e l’unico rammarico è stato quello di essermi fermato poco tempo per le note questioni di sicurezza legate all’emergenza Covid”.

Ester, che non si è mai sposata, è arrivata a questo traguardo conducendo una vita sana e tutto sommato tranquilla.

Nata a Pieve di Soligo, da giovane ha lavorato nella canonica della parrocchia di Col San Martino, poi a servizio di alcune famiglie come governante e, prima della pensione, ha lavorato per 15 anni in una fabbrica di Solighetto.

Ha sempre avuto un gran cuore – raccontano i parenti – Fino a quando ha potuto ha aiutato tutti, soprattutto le sorelle, ed è sempre stata molto legata alla sua famiglia e ai suoi fratelli (in tutti erano 10 fratelli). Ha un bel rapporto con i nipoti e, prima di una brutta caduta, ha vissuto da sola nella sua casa senza aver bisogno di particolari aiuti”.

(Foto: Comune di Pieve di Soligo).
#Qdpnew.it

Total
12
Shares
Articoli correlati