Vaccinazioni Covid, a Pieve di Soligo e Refrontolo prenotazioni nelle farmacie. Le amministrazioni: “Grazie per la disponibilità”

Dal 2 aprile è possibile prenotare la vaccinazione contro il Covid-19 per fasce d’età, secondo le indicazioni dell’Ulss 2 Marca Trevigiana e della Regione Veneto, in tutte le farmacie di Pieve di Soligo e di Refrontolo.

Il cittadino, munito di tessera sanitaria e di mascherina, potrà recarsi in queste farmacie del territorio per prenotare la vaccinazione: Schiratti e Battistella a Pieve di Soligo, Santa Caterina a Barbisano, la farmacia di via Brandolini a Solighetto e quella di Viale degli Alpini a Refrontolo.

“Durante questa pandemia – ha affermato Mauro Canal, sindaco di Refrontolo – le farmacie del nostro territorio sono state un punto di riferimento per i cittadini e sono sempre state disponibili nell’emergenza sanitaria ancora in corso. Questo nuovo servizio rappresenta un supporto in più per la collettività in un momento così delicato”.

“L’amministrazione comunale di Pieve di Soligo ringrazia le farmacie del territorio che si sono rese disponibili in questa campagna vaccinale – spiega Tobia Donadel, assessore pievigino ai servizi sociali e demografici – I cittadini che non hanno la possibilità di effettuare la prenotazione da casa potranno andare nella loro farmacia di fiducia per completare la procedura”.

Negli ultimi giorni, alcune persone avevano contattato il Comune di Pieve di Soligo per segnalare delle difficoltà nelle prenotazioni o per chiedere altre informazioni sulle vaccinazioni.

L’ente aveva precisato che a Pieve di Soligo non esiste uno sportello per le vaccinazioni e l’assessore Donadel aveva spiegato che le amministrazioni comunali sono disponibili a collaborare con l’Ulss per aspetti comunicativi ma non possono farsi carico della gestione delle prenotazioni.

Per questo, aveva fatto un appello alle amministrazioni comunali della provincia di Treviso ad agire in modo coordinato, evitando iniziative portate avanti in autonomia con il rischio di generare ulteriore confusione nella popolazione.

(Foto: Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Articoli correlati