Mezzi in difficoltà, pomeriggio di passione sulle strade del Quartier del Piave. Lunghe code e deviazioni a Susegana e Refrontolo


Pomeriggio movimentato quello di oggi, lunedì 6 settembre, lungo due strade cruciali per la viabilità dell’Alta Marca Trevigiana: via Mercatelli a Susegana e via Crevada a Refrontolo.

Nel primo caso, una situazione complicata si è verificata lungo via Mercatelli. A Sant’Anna, nel tratto che collega Sernaglia e Pieve di Soligo al territorio comunale suseganese, un trattore ha perso una ruota ed è finito fuori strada, perdendo il carico lungo la carreggiata.

Questo ha creato non pochi problemi per la rimozione del veicolo e la regolazione del traffico.

Sul posto, intorno alle 13 sono arrivati i Vigili del fuoco di Conegliano per mettere in sicurezza l’area.

È stato inoltre necessario l’intervento di un’autogru dei Vigili del Fuoco di Mestre, giunti anch’essi nel luogo dell’accaduto, per liberare la carreggiata e di una ditta specializzata per il ripristino del fondo stradale, viscido a causa della perdita di carico e danneggiato in alcuni punti dal mezzo senza ruota.

La strada principale è stata chiusa (sia da Colfosco che da Pieve di Soligo e Falzè di Piave), e il traffico, arrivando da Ponte della Priula, è stato deviato lungo le strade comunali (una di queste via Barca). Sul posto anche due pattuglie per chiudere la provinciale in entrambe le direzioni ed effettuare le deviazioni del traffico.

Nel secondo caso, traffico al rallentatore lungo via Crevada, un lungo tratto della strada provinciale che collega Pieve di Soligo a Refrontolo, San Pietro di Feletto, Susegana e Parè di Conegliano.

Poco dopo le 15.30 i veicoli, tra i quali diversi mezzi pesanti, hanno iniziato a procedere a passo d’uomo in entrambe le direzioni.

A ostacolare la scorrevolezza del traffico non è stato un cantiere ma un’auto rimasta ferma in un tratto di strada privo di spazi laterali e a breve distanza dal dosso non lontano dagli svincoli per il centro di Pieve di Soligo e Barbisano.

La posizione in cui l’auto si è fermata, prossima a una curva, oltre ad essere potenzialmente pericolosa non consentiva il passaggio contemporaneo di due mezzi pesanti, perciò il traffico ne ha risentito.

Si è creato un “senso unico alternato” naturale, che i conducenti hanno “autogestito” in maniera disciplinata.

In via Barca la situazione ha iniziato a migliorare poco dopo le 17, ma fino a sera si è proceduto con un senso unico alternato vista la necessità di risistemare il manto stradale.

(Foto: Comune di Susegana e per gentile concessione di un lettore).
#Qdpnews.it

Total
29
Shares
Articoli correlati