Salvò 73 bambini ebrei: domani a Giavera la storia di Giuseppe Moreali, “Giusto tra le Nazioni”. Eventi anche a Montebelluna e Volpago

“La Marca Trevigiana non dimentica”: anche in questo 2023 sono tante le iniziative per “Il Giorno della Memoria” con le quali i Comuni trevigiani hanno voluto commemorare tutte le vittime dell’Olocausto.

Nell’area del Montello spicca l’iniziativa del Comune di Giavera, che ha invitato la cittadinanza a conoscere la figura e l’opera di Giuseppe Moreali, medico e scrittore antifascista, attivo nella Resistenza.

“Nel 1964 – spiegano dalla biblioteca comunale – venne dichiarato ‘Giusto tra le Nazioni’ dallo Yad Vashem (l’Ente nazionale per la Memoria della Shoah di Gerusalemme) per aver assistito e salvato durante la seconda Guerra mondiale un gruppo di settantatré bambini ebrei, rifugiatisi a Villa Emma, a Nonantola, in provincia di Modena”.

La storia di Moreali verrà ripercorsa insieme al nipote, che porta lo stesso nome del nonno, venerdì 27 gennaio alle 20.30 nella sala consiliare del Comune.

Sempre venerdì sera, alle 20.45, l’auditorium della biblioteca comunale di Montebelluna ospiterà l’evento “Filastrocche della nera luce. Cronache dalla Shoah”: l’attore Roberto Conte e il pianista Jeremy Paul Norris accompagneranno i presenti in racconti di esperienze atroci attraverso le filastrocche di Giuseppe Manfridi (assistenza multimediale di Rosanna Berardo).

“Quando tutto è stato detto – si legge in una nota di presentazione dell’evento -, quando tutte le più atroci parole si sono esaurite nel raccontare il crimine più abominevole che l’umanità abbia conosciuto, quali parole e soprattutto come parlarne per comprenderne il recondito perché, senza scrivere di fatti e di giudizi che nulla aggiungono al già detto, al già risaputo?”.

“Giornata della Memoria. Io credo negli esseri umani” è il titolo scelto per l’iniziativa organizzata dall’amministrazione comunale di Volpago del Montello insieme all’Istituto comprensivo: l’appuntamento, con musica e letture a cura degli alunni e delle alunne, è previsto per venerdì 27 gennaio alle ore 19 nella palestra comunale di via Francesco Maria Preti.

Il Comune di Pederobba ha pensato ai più giovani proponendo per questa mattina, giovedì 26 gennaio, un evento per gli studenti della scuola media. Livio Vianello ha letto ai ragazzi di terza media il libro di Steven Schnur “il segreto di Mont Brulant”, che racconta la storia del rastrellamento e della deportazione di un gruppo di bambini ebrei di un piccolo villaggio francese.

Dopo l’appuntamento dello scorso martedì 17 gennaio de “I Martedì in Villa”, con la presentazione del saggio della studiosa Francesca Meneghetti “Treviso e la Shoah. Atlante delle persecuzioni e degli aiuti”, la biblioteca di Trevignano ha messo a disposizione di adulti e ragazzi libri e film che raccontano questa triste pagina della storia del Novecento.

A San Pietro di Feletto, in occasione della Giornata della memoria, l’amministrazione comunale e la Pro loco organizzano la proiezione del film “Otto Neururer – Una luce nelle tenebre” per sabato 28 gennaio alle 20.30, nell’aula magna della scuola primaria di Rua di Feletto, in via della Libertà 27. Alla proiezione sarà presente il regista austriaco Hermann Weiskopf.

Il film, vincitore nel 2019 del Festival cattolico Mirabile Dictu in Vaticano, narra la vera storia del sacerdote cattolico austriaco Otto Neururer, ucciso dai nazisti nel campo di concentramento di Buchenwald nel 1940. 

Dopo che venne scoperta nel campo la sua attività clandestina di catechesi e amministrazione dei sacramenti, venne isolato e sottoposto a una lenta e dolorosa agonia. È stato beatificato da Giovanni Paolo II nel 1996.

(Ha collaborato Arianna Ceschin).
(Foto: Biblioteca comunale di Giavera del Montello).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati