Falzè di Piave in lutto per la perdita del 76enne Tiziano D’Agostin, fu amministratore della Battistella Costruzioni

Cordoglio nella comunità di Falzè di Piave per la scomparsa del cavalier Tiziano D’Agostin, mancato ieri all’affetto dei suoi cari all’età di 76 anni.

D’Agostin è entrato giovanissimo come impiegato, insieme al fratello maggiore Raffaele, nella storica impresa Battistella Costruzioni di Pieve di Soligo, arrivando a ricoprire in seguito il ruolo di amministratore.

Oltre all’impegno professionale non è mancato quello politico: Tiziano proveniva dalla Democrazia Cristiana e si è guadagnato in poco tempo la stima della sua comunità, occupando posti di rilievo nell’amministrazione comunale di Sernaglia della Battaglia fino alla carica di vicesindaco, rinunciando a ruoli più importanti per spirito di servizio alla sua comunità.

Tra i tanti impegni, ha ricoperto la carica di consigliere della Banca Piva a Valdobbiadene, portando le istanze del territorio.

Uomo eclettico e poliedrico, tra le sue passioni c’erano la pittura e la poesia, tanto che scrisse anche un libro di poesie.

“Nella pittura ha espresso al meglio la sua vena creativa, con opere di impatto emotivo immediato – spiegano dalla famiglia – In anni recenti si è dedicato alla fotografia e alla poesia nella quale ha trovato una nuova forma espressiva che ha avuto esito nella pubblicazione di una raccolta. Numerosi manoscritti sono ancora inediti”.

“La sua dedizione alla famiglia non era scontata – continuano i familiari -; viva era la preoccupazione per i suoi cari. È stata toccante la sua vicinanza alla moglie Luciana durante la sua lunga e inesorabile malattia. A lei ha dedicato una poesia che commuove per l’intenso affetto e la trattenuta sofferenza nel vederla giorno dopo giorno ritirarsi. Tiziano è stato una persona di compagnia, che dava brio e intratteneva con arguzia. Per altri versi, persona scomoda poiché non era capace di messa in scena o di facili compromessi: amava la verità”.

Riportiamo la poesia scritta per la moglie: 

“Pianto senza dolor / sorriso senza gioia. / All’essere tuo vuoto / nulla mi dà conforto. / Intensi ricordi / memorie di dolci stagioni. / Grato ti sono / di quanto sei stata /e d’esserci ancora”

Tiziano D’Agostin lascia il figlio Matteo con Federica, il fratello, la cognata, i nipoti, i parenti, gli amici e tutte le persone che gli hanno voluto bene in vita.

L’ultimo saluto al caro Tiziano avrà luogo giovedì 1 aprile, alle ore 16, nella chiesa parrocchiale di Falzè di Piave mentre il Santo rosario sarà recitato poco prima, alle ore 15.30, sempre nella stessa chiesa.

Eventuali offerte saranno consegnate alla famiglia e saranno devolute per opere di bene.


(Foto: per concessione della famiglia).
#Qdpnews.it

Total
12
Shares
Articoli correlati