Domani a Ponte della Priula l’ultimo saluto all’autotrasportatore Alvise Dorigo. Barsacchi (Cna Fita): “Ha speso la sua vita sui camion”

Si terranno nel pomeriggio di domani, mercoledì 15 settembre, i funerali di Alvise Dorigo, l’autotrasportatore deceduto nel tardo pomeriggio di sabato scorso in seguito a una caduta in un canale d’irrigazione a Lonato del Garda dove si trovava per lavoro.

Dopo l’ultima consegna, Dorigo si sarebbe fermato per una pausa nei pressi di un deposito in aperta campagna e, nel tentativo di raccogliere dei fichi da un albero, sarebbe scivolato, battendo la testa e finendo nel canale. 

Le esequie saranno celebrate alle ore 16 di domani, mentre il Santo Rosario alle 19.30 di oggi, sempre nel Tempio Votivo di Ponte della Priula. La notizia della prematura scomparsa di Alvise ha lasciato sgomenti molti suoi compaesani che lo ricordano come una persona molto disponibile e sempre disposta ad aiutare chiunque ne avesse avuto bisogno.

Dorigo, che viveva a Ponte della Priula con la moglie e i due figli, era iscritto alla CNA da oltre 35 anni. Negli anni novanta era diventato referente degli autotrasportatori di Pieve di Soligo, per poi entrar a far parte del direttivo provinciale della categoria e infine, per diversi mandati, aveva ricoperto la carica di presidente provinciale degli autotrasportatori. 

Nell’ultimo congresso provinciale (luglio 2021) era stato riconfermato presidente di CNA Trasporti e membro dell’esecutivo della FITA regionale, l’unione che a livello regionale e nazionale rappresenta gli autotrasportatori.

Oltre a queste cariche, Dorigo da diversi anni era inoltre componente del direttivo e del collegio dei revisori dei conti della Cna di Conegliano.

Al dolore della moglie Rosa Maria, dei figli Alberto e Francesca e dei molti amici e colleghi imprenditori si è aggiunto anche quello di tutto il gruppo dirigente di CNA di Treviso e del Veneto.

“Alvise era una persona espertissima dei problemi dell’autotrasporto, credeva molto nel ruolo dell’associazione ed era sempre attento alle politiche unitarie con le altre associazioni del comparto” il ricordo di Luca Frare, presidente della Cna territoriale di Treviso.

È un uomo che ho conosciuto quando era un giovane autotrasportatore che, con il suo mezzo, faceva trasporto di mobili, al tempo erano tantissimi, poi via via si sono rarefatti. Lui ha resistito per tutti questi anni, continuando ad essere un monoveicolare senza dipendenti, il che significa doversi organizzare in toto il lavoro e stare via da casa anche per molti giorni – racconta invece Sergio Barsacchi, segretario di CNA FITA regionale del Veneto, già segretario della categoria a Treviso dal 1981 al 1996 – Alvise ha speso la sua vita sul camion e l’ha conclusa sul camion. Aveva le caratteristiche del ‘vecchio’ camionista, parlava tantissimo e sapeva farsi ben volere”.

Oltre al lavoro, Dorigo era molto impegnato anche in ambito sociale. Anni fa aveva fondato, assieme ad altri colleghi, l’associazione Camion Calcio e poi aveva collaborato con l’associazione Arcobaleno con cui venivano organizzate partire di calcio per raccogliere fondi a favore di associazioni impegnate nella lotta ai tumori. 

(Foto: Onoranze Funebri Terzariol).
#Qdpnews.it

Total
25
Shares
Articoli correlati