L’ex commissario Giuseppe Penso è il nuovo Gran Maestro della Congrega dei Radici e Fasioi. Succede ad Antonio Roccon, scomparso a ottobre

La congrega dei Radici e Fasioi ha un nuovo Gran Maestro: nei giorni scorsi all’Hotel Astoria di Susegana, sede diplomatica della Congrega, si sono tenute le votazioni in seguito alla morte del Gran Maestro Antonio Roccon, scomparso nel mese di ottobre a causa di alcune complicazioni legate al Covid-19 (qui l’articolo).

Il nuovo Gran Maestro è Giuseppe Penso, sessantenne di San Vendemiano, ex Commissario della Polizia di Stato, da poco in pensione e già confratello della Congrega e Cavaliere di altre Confraternite Enogastronomiche, nonché sommelier oltre che appassionato delle tradizioni e del territorio in cui vive.

Il nuovo Gran Maestro, nel ringraziare i confratelli per la fiducia a lui riposta nel votarlo, per prima cosa ha voluto ricordare la figura di Antonio Roccon e l’intenso lavoro da questo svolto in più di 22 anni di impegno per la Congrega, che ha ideato e sviluppato, valorizzando le eccellenze enogastronomiche e i prodotti tipici dei nostri territori, con particolare “amore” per il piatto dei “radici e fasioi” che, con entusiasmo, passione e dedizione, ha promosso e contribuito a divulgare in Italia e all’estero, guadagnandosi la stima e l’apprezzamento di moltissime persone sia fuori che dentro la Federazione Italiana Circoli enogastronomici.

Prendere il ‘testimone’ di Roccon, – ha dichiarato il nuovo Gran Maestro – non sarà un compito facile soprattutto per le indubbie capacità che il mio predecessore ha dimostrato nel farsi conoscere negli ambienti delle Confraternite e delle Associazioni e Sodalizi che promuovono il territorio e i loro prodotti tipici sia in àmbito nazionale che internazionale“.

“Non mancherà comunque l’impegno di proseguire l’opera di Antonio, per la quale ho chiesto la fattiva collaborazione di tutti i confratelli per far continuare e crescere la Congrega, dando impulso al piatto dei ‘radici e fasioi’ quale pietanza da riscoprire e adottare come valida e salutare alternativa ad altri cibi, nonché di cogliere l’occasione per far conoscere, agli italiani e ai turisti di tutto il mondo, questo nostro meraviglioso territorio” ha precisato.

Con le votazioni sono state elette anche altre due cariche della Congrega: Giovanni Guizzo è il segretario, Costantino Gava il tesoriere.

(Foto: Congrega dei Radici e Fasioi).
#Qdpnews.it

Total
16
Shares
Articoli correlati