A Duna Verde ci sarà la Casa di Margherita per i bambini oncologici del Ca’ Foncello: una “vacanza di vita” al mare

Grazie al crowdfunding e al supporto di uno sponsor generoso in pochi mesi è stata raccolta la cifra di 280 mila euro per l’acquisto della prima casa al mare, a Duna Verde, per bambini oncologici e le loro famiglie.

E’ stata una catena di solidarietà, dove sono stati coinvolti l’Ail, determinante anche il suo contributo nell’ultimo “miglio”, Camminare per la vita, medici, associazioni. Oggi alla presentazione c’era anche Deborah Compagnoni.

Perché a Duna Verde si attuerà il progetto “una vacanza di vita”. E già da questa estate inizieranno a soggiornarvi le famiglie. I piccoli pazienti, anche se in vacanza, saranno seguiti dai medici del Emato-Oncologia pediatrica del Ca’ Foncello di Treviso.

Si chiamerà “La Casa di Margherita” a Duna Verde ed è un sogno che è diventato realtà. Ora i bambini ammalati di tumore, del reparto di Emato-Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Cà Foncello di Treviso, avranno una casa tutta loro dove trascorrere le vacanze al mare con le proprie famiglie seguiti dai loro “angeli in camice bianco”.

Comunque in quel luogo, a pochi passi dal mare, ed immerso nella natura, negli ultimi due anni 17 famiglie hanno trascorso “Una Vacanza di Vita”: una settimana di riposo, con i loro bambini, completamente spesata dall’associazione.

“Quello che ci hanno regalato – racconta Silena Stefani, la mamma di un giovane paziente del reparto di Oncologia pediatrica e ora direttrice dei lavori di restauro della Casa di Margherita – non è stata solo una vacanza, ma una boccata d’ossigeno, ad una famiglia che vive il dolore di un malato oncologico in età pediatrica, avvolta da abbracci e coccole”.

L’Associazione “Margherita…c’è ancora vita” ha voluto andare oltre: acquistare quell’abitazione per farla diventare definitivamente “La Casa di Margherita” e di tutti i ragazzi che stanno affrontando il difficile periodo della malattia. Qui ci sarà un ampio giardino, piscina condominiale e a pochi passi dal mare,e i piccoli ospiti potranno fare passeggiate a contatto con la natura, svolgere attività didattiche e ricreative in assoluta serenità perché a stretto contatto con i medici dell’Ospedale trevigiano.

A patrocinare l’iniziativa, fin dal suo nascere, l’Aulss 2 di Treviso.

“Ringrazio il presidente dell’Associazione “Margherita…c’è ancora vita” Marco Mion e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa iniziativa – ha tenuto a sottolineare il Direttore Generale dell’Aulss 2 Francesco Benazzi durante la presentazione del progetto -.Per noi questo progetto rappresenta un notevole passo in avanti per quanto riguarda la qualità della vita ed il benessere psicofisico, dei bambini affetti da tumore, e delle loro famiglie. L’Aulss 2 garantirà, nel corso della vacanza, gli interventi di assistenza medica e infermieristica necessari”.

Le “Vacanze di Vita”, nella ristrutturata casa che sarà intitolata “Margherita Mion 04 ottobre 1998 – 14 luglio 2017”, inizieranno per le famiglie già da giugno 2021.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: La Casa di Margherita).
#Qdpnews.it 

Articoli correlati