Come riciclare le uova di Pasqua con i “Consigli in cucina” di Michela Consalter. Ecco il modo facile per preparare una crema spalmabile di cioccolato e pasta di nocciole

Se le feste di Pasqua sono trascorse senza che abbiate esaurito tutte le uova di cioccolato che vi sono state regalate, i “Consigli in cucina” di oggi sono dedicati ai riciclo di questo dolce elemento senza fargli perdere le sue principali caratteristiche. Lo illustra, passo dopo passo nel video allegato, Michela Consalter, cuoca e formatrice, esperta di pasticceria.

Con le uova di Pasqua rimaste in casa, Michela propone di preparare una crema spalmabile a base di cioccolato e pasta di nocciole. Gli ingredienti sono: 200 g. di cioccolato fondente o al latte, 50 g. di latte fresco o a lunga conservazione, 100 g. di pasta pura di nocciole al 100%, 100 g. di latte condensato, 50 g. olio gusto neutro (mais, girasole, riso). Seguendo il video, si scopre il modo facile e veloce per realizzare la crema da conservare il frigorifero per 20-25 giorni.

Morbido alla consistenza, molto ricco nel gusto, il cioccolato è tra i cibi più amati al mondo, preferito persino dagli dei, come suggerisce il suo nome scientificoTheobroma cacao(theobroma significa, infatti, “cibo degli dei” in greco). Oggi la maggior parte della coltivazione della pianta del cacao (di cui si utilizzano i semi) è localizzata in varie regioni africane e in Brasile.

Attraverso un lungo processo di essicazione, torrefazione e macinazione, i semi di cacao sono trasformati in una pasta densa che è composta da cacao solido e da una sostanza grassa giallo chiaro, che viene chiamata burro di cacao. Quando la pasta si indurisce, viene sottoposta a un lungo trattamento durante il quale un rullo molto pesante la comprime dandole un aspetto uniforme e un sapore più delicato, formando quindi il cioccolato vero e proprio.

Il cioccolato dovrebbe essere conservato a temperatura di circa 16°C in un luogo asciutto e ben aerato. Le decorazioni di cioccolato (tra cui le uova) possono essere conservate in frigorifero oppure in freezer. Avvolgere il cioccolato aperto in un foglio di pellicola trasparente o alluminio, e tenerlo lontano da cibi con aroma molto forte, poiché assorbe facilmente gli odori. Il cioccolato scuro e il cacao si conservano con migliori risultati, rispetto a quello bianco o al latte, che contengono una maggiore percentuale di latte.

Se conservato in condizioni poco adatte, il burro di cacao nel cioccolato può affiorare i superficie e lasciare una pellicola biancastra, detta fioritura di grasso. Il cioccolato che presenta un simile fenomeno piò essere ancora fuso, per il riciclo in altre preparazioni, ma non è adatto per essere grattugiato.

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
7
Shares
Articoli correlati