Doppia festa alla casearia Carpenedo: 10 anni dalla fondazione del fiore all’occhiello Blu61, nozze di diamante per i fondatori Antonio e Giuseppina

Doppia festa nella giornata di martedì 21 settembre alla Casearia Carpenedo di Camalò: sono stati celebrati i dieci anni dalla creazione del Blu61 e i 60 dell’anniversario di matrimonio di Antonio Carpenedo e della moglie Giuseppina, fondatori dell’azienda riconosciuta oggi come primo laboratorio di affinamento di formaggi in Italia.

“La creazione di questo formaggio – spiega il titolare Alessandro Carpenedo – è stata ispirata da un evento importante per la nostra famiglia ovvero l’unione tra i miei genitori, avvenuta nel 1961. Un segnale forte di quanto le radici, il senso di famiglia e la passione siano sempre stati denominatore comune di tutte le scelte che nel tempo hanno tracciato l’evoluzione di questa nostra realtà artigiana del made in Italy”.

Il Blu61 è un formaggio erborinato di latte vaccino pastorizzato, affinato in vino Raboso con un top di mirtilli rossi in crosta. È caratterizzato da una pasta cremosa con venature diffuse di colore verde-blu dovute all’erborinatura che sprigiona una sinfonia di profumi. Al gusto questo formaggio risulta avere un sapore intenso ma equilibrato. 

Proprio questo gusto particolare permette l’utilizzo del Blu61 in diversi modi: durante la serata di ieri gli ospiti hanno potuto assaggiarlo all’interno delle mozzarelle in carrozza e assieme alla pizza preparata dalla pizzeria La Finestra di Treviso.

“L’incontro con Alessandro Carpenedo è avvenuto spontaneamente, durante una serata tra amici – spiega il titolare Andrea Tarolo – e pensare ad una pizza con questo formaggio è stato immediato. I clienti che non conoscono il Blu61 dimostrano curiosità”.

“I festeggiamenti per il nostro Blu61 – continua Carpenedo – vanno a un prodotto che ci ha regalato grandi soddisfazioni nel tempo. Oltre infatti ad aver segnato la strada per una nuova interpretazione degli erborinati, è stato premiato in numerosi concorsi mondiali e ha raggiunto un ragguardevole livello di diffusione su molti mercati internazionali. Oggi la nostra emozione è ancora maggiore perché questo formaggio racconta una meravigliosa storia di famiglia. Un’occasione, questa, che ci ha permesso di inaugurare il nostro nuovo showroom”.

Al momento istituzionale ha partecipato anche il fondatore dell’azienda Antonio Carpenedo, che a detta dei molti presenti è sempre stato guidato da un principio che riassume la filosofia dell’azienda: “Noi non produciamo formaggi per sfamare, ma per regalare un’emozione”.

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
8
Shares
Articoli correlati