Si appostano su un cavalcavia e lanciano sassi alle auto in corsa sulla Pedemontana: colti in flagrante dalla Polizia

La Polizia di Stato ha identificato e denunciato due giovani di 19 e 20 anni per il lancio di alcuni sassi sulle auto che percorrevano la Superstrada Pedemontana Veneta.

Grazie alla segnalazione di alcuni automobilisti, rimasti illesi dopo essere stati oggetto del lancio di sassi dal cavalcavia, una pattuglia della Polizia Stradale di Vicenza è intervenuta cogliendo di fatto in flagranza i due giovani che dapprima si sono nascosti tra la fitta vegetazione e poi, una volta beccati, hanno tentato la fuga senza successo.

Ai due indagati è stato anche contestato l’imbrattamento dei muri che costeggiano l’autostrada e che, oltre alla denuncia, costringerà i due a rimediare al loro gesto incivile.

Il fenomeno del lancio di sassi in autostrada e lungo la grande viabilità è continuamente monitorato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che si avvale per le proprie indagini anche delle telecamere posizionate dagli enti concessionari nei siti considerati maggiormente a rischio.

Intanto, dal 16 al 22 settembre la Polizia Stradale di Treviso ha partecipato con 94 pattuglie alla campagna europea denominata “Focus on the road”, al fine di ridurre il numero delle vittime della strada e degli incidenti stradali. Sono state elevate 700 contravvenzioni. Sono 120 quelle inerenti il superamento dei limiti di velocità, rilevate con le apparecchiature speciali; 86 quelle attinenti il mancato uso delle cinture di sicurezza; e sono ben 45 i conducenti “pizzicati” ancora ad utilizzare il telefono cellulare durante la guida – principale causa di distrazione e prima causa di incidenti stradali.

Non sono mancati i controlli ai mezzi industriali: oltre 70 le violazioni attinenti
l’eccedenza di carico. Il superamento del peso massimo consentito è una condotta
pericolosa in quanto comporta l’aumento dello spazio di arresto dello stesso veicolo.

Oltre 50 le violazioni riguardanti il superamento dei tempi di guida massima consentita. Anche alcuni autisti professionali sono stati sanzionati per il mancato uso
delle cinture di sicurezza e per l’uso del telefono cellulare durante la guida. Sette le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza da abuso di sostanze alcoliche.

Per quanto attiene l’infortunistica sono stati 8 gli incidenti rilevati, 5 con lesioni e 3 con danni, in netto ribasso rispetto ai complessivi 21 (17 con lesioni e 4 con danni) rilevati nell’analogo periodo dell’anno scorso.

(Foto: Questura di Treviso).
#Qdpnews.it

Total
27
Shares
Articoli correlati