Si fa accreditare 470 euro per un Iphone che “sparisce”: 20enne denunciato. Cerca di rubare un’auto sfondando il cancello e trafuga un paio di occhiali: arrestato

Il mese di agosto è iniziato con numerosi interventi dei Carabinieri trevigiani, tra denunce e arresti. Lunedì mattina i militari della Stazione di Istrana hanno denunciato un ventenne che avrebbe truffato un coetaneo del luogo facendosi accreditare la somma di 470 euro per l’acquisto di un telefono cellulare Iphone, mai perfezionato.

Nella stessa mattinata, i Carabinieri della Stazione di Dosson di Casier, a conclusione delle indagini, hanno denunciato per truffa aggravata una 28enne di Sant’Antimo (Napoli) la quale, spacciandosi per operatrice di una compagnia assicurativa, avrebbe raggirato una 43enne di Casier facendole versare su una carta mooney la somma di 283 euro quale pagamento del premio di assicurazione di una polizza RCA mai attivata.

Ieri martedì, in via Brigata Marche a Treviso, i militari del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia hanno denunciato un 54enne di Breda di Piave sorpreso alla guida della sua autovettura in stato di ebbrezza alcolica. La patente di guida gli è stata ritirata.

La scorsa notte, a Castelfranco Veneto, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia hanno arrestato in flagranza di reato, per un tentativo di furto di un’autovettura e per un furto consumato su autovettura, un 36enne di origini moldave residente nel centro castellano, gravato da pregiudizi per delitti contro il patrimonio.

L’uomo avrebbe asportato due paia di occhiali e un dispositivo apri cancello da un Suv “DS 7” parcheggiato all’interno del cortile di un’abitazione in via Rovereto, ma un vicino di casa se n’è accorto e ha avvisato la centrale operativa della Compagnia Carabinieri, che ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia del Nucleo radiomobile che lo ha bloccato, recuperando la refurtiva che è stata restituita al legittimo proprietario.

Da ulteriori accertamenti, è emerso che poco prima il 36enne aveva cercato di rubare una Fiat Punto dal piazzale della ditta Autotrasporti Favarin Srl in via dell’Economia, senza riuscirvi, nonostante avesse letteralmente abbattuto il cancello carraio, abbandonando sul posto l’utilitaria che aveva riportato ingenti danni.

Condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza, a disposizione del Pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Treviso, in attesa dell’udienza di convalida che si è svolta questa mattina nel Tribunale del capoluogo della Marca.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati