Treviso, il tributo del territorio al prefetto Maria Rosaria Laganà che lascia la Marca per Brescia

Per il prefetto Maria Rosaria Laganà si avvicina il momento del passaggio di consegne negli uffici della Prefettura di Piazza dei Signori. Il Governo l’ha destinata a Brescia, e a Treviso sarà sostituita dal collega Angelo Sidoti, in arrivo da Verbania già nei prossimi giorni.

Per colei che ha guidato la prefettura trevigiana dall’estate 2018 a oggi, compreso quindi l’ultimo biennio di pandemia, si stanno susseguendo i messaggi di ringraziamento dal territorio per il lavoro svolto. Eccone alcuni.

Il sindaco di Treviso Mario Conte ha scritto: “In questi anni abbiamo affrontato momenti delicati e la pandemia è stata una prova che ci ha visti collaborare quotidianamente e confrontarci, sempre con franchezza e spirito costruttivo, per il bene della collettività. Il prefetto Laganà ha lasciato il segno. E’ stato un punto di riferimento importante per le nostre istituzioni. Ha saputo andare incontro alle esigenze dei cittadini e, collaborando assieme, siamo diventati un territorio modello da seguire durante la lotta alla pandemia. Al di là dell’emergenza Covid, abbiamo portato avanti progetti, coordinamenti e iniziative che hanno migliorato il territorio dal punto di vista della sicurezza, della prevenzione e della legalità. Le auguro buon lavoro e le migliori fortune professionali”.

Anche il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, ringrazia e saluta pubblicamente il prefetto uscente e augura buon lavoro a quello entrante: “Ci tengo personalmente a ringraziare Maria Rosaria Laganà per il lavoro svolto in questi anni. Non era facile gestire tutte le problematiche della pandemia ma abbiamo affrontato insieme, nella piena collaborazione tra Istituzioni, numerose criticità, dalla gestione delle scuole al trasporto pubblico locale, ai temi economici, all’ordine pubblico e alla sicurezza del territorio.

Fondamentale nel condividere di volta in volta le tematiche da affrontare, abbiamo lavorato molto bene insieme, sia nella gestione delle urgenze legate al Covid-19 che anche, recentemente, di quelle della sicurezza stradale per evitare le morti sulle strade – spiega Marcon – Le auguro dunque buon lavoro nel suo nuovo incarico, che sono certo ricoprirà con la stessa professionalità e dialogo interistituzionale. E sono certo che anche Lei porterà con sé la positiva esperienza di questi anni trascorsi a Treviso e ricorderà la Marca per il suo slogan: “Se la vedi t’innamori”.  

Benvenuto allora ad Angelo Sidoti – conclude Marcon – e buon lavoro. Sono certo che proseguiremo l’importante dialogo tra Istituzioni per rispondere con concretezza alle istanze dei cittadini trevigiani. Confido di poterlo incontrare al più presto per condividere con lui riflessioni sulla Marca Trevigiana”.

Anche il presidente della Regione Veneto Luca Zaia aveva omaggiato Laganà poco dopo l’annuncio del suo trasferimento (qui l’articolo).

La Confcommercio tutta, sia a livello provinciale che mandamentale, appena appresa la notizia dalla stampa della partenza del prefetto Maria Rosaria Laganà, ha espresso ringraziamento e riconoscenza per l’intenso “lavoro istituzionale svolto nel territorio”.

Il Commissario di Unascom-Confcommercio Tullio Nunzi ha inviato una missiva ufficiale esprimendo, a nome di tutte le categorie rappresentate, il ringraziamento per aver condotto “con sensibilità e competenza, durante tutta la pandemia, un confronto costruttivo che ha compreso le esigenze delle imprese del terziario, le più colpite dalla pandemia, non senza dimenticare l’importante tema della parità di genere, cui il prefetto ha prestato molta considerazione”.

Sincero e grato il saluto espresso dal presidente di Ascom-Confcommercio Treviso Federico Capraro, che ha rivolto personalmente al prefetto sentite parole di stima: “Come leggo, Lei avrà sempre Treviso nel cuore e di questo sono felice. Molti di noi – ed io sicuramente – avremo sempre il prefetto Laganà nel cuore perché non è stato solo un prefetto ma una guida straordinaria al nostro fianco in un momento in cui avevamo bisogno di certezze e indicazioni. Grazie di tutto quanto ha fatto e soprattutto di come l’ha fatto. Sempre grato con infinita stima”.

Anche Casartigiani ha voluto salutare e ringrazia il prefetto Laganà: i vertici dell’associazione che rappresenta il settore dell’artigianato e delle piccole e medie imprese le hanno inviato una lettera di ringraziamento per il lavoro svolto durante il suo incarico a Treviso. «Nel complimentarci per la nuova nomina ricevuta da parte del Ministero, frutto di un riconoscimento delle sue capacità», sono le parole del presidente provinciale di Casartigiani Piergiovanni Maschietto e del segretario Salvatore D’Aliberti, «la ringraziamo per il lavoro svolto nella nostra provincia e per la proficua collaborazione e attenzione che ha avuto in particolare verso la nostra categoria, verso tutta la cittadinanza e le istituzioni in generale».

“Un ringraziamento convinto alla dottoressa Laganà per l’operare schietto e significativo, che ha contribuito ad affrontare e superare difficili e complesse situazioni nel corso dell’incarico nella nostra provincia. L’augurio di buon lavoro al dott. Angelo Sidoti, nuovo Prefetto di Treviso, nella speranza di proficua collaborazione con le Organizzazioni Sindacali, in particolare nell’agire prioritariamente sulla questione della sicurezza nei luoghi di lavoro”. Queste le parole di Mauro Visentin, segretario generale della Cgil, a nome della Camera del Lavoro di Treviso.

“A nome del Centro Servizi per il Volontariato ringrazio il prefetto Laganà per il grande lavoro svolto nell’ottica delle sinergie di rete con il mondo del Terzo Settore della provincia. Una cooperazione determinante per la valorizzazione del ruolo del Volontariato al servizio del territorio in un periodo segnato dalle criticità della pandemia. Benvenuto e buon lavoro al nuovo prefetto Angelo Sidoti con il quale ci auguriamo di continuare i percorsi intrapresi”. Queste le parole di Alberto Franceschini, Presidente di CSV Belluno Treviso.

(Foto: Facebook Mario Conte sindaco)
#Qdpnews.it

Total
18
Shares
Articoli correlati