Treviso Marathon lascia Treviso? L’amministratore Zanetti: “Si farà comunque, con o senza Treviso” (video)

“La decisione definitiva è che la sedicesima edizione della Treviso Marathon si farà comunque, con o senza Treviso. Ovviamente, se qualcuno ci chiama si rimette con buon ordine e con buona educazione a rispettare gli accordi presi noi siamo qui, non scappiamo. Non so come si possa instaurare un colloquio costruttivo con persone che continuano a non informarsi su quello che è successo alla quindicesima edizione della maratona. A noi non risultava nessuna lamentela all’Amministrazione di Treviso, soprattutto in termini di viabilità”.

Sono le parole dell’amministratore unico di Treviso Marathon Aldo Zanetti, dopo la notizia del possibile abbandono della gara dalla città di Treviso. Una decisione, che seppur non definitiva, è dovuta al mancato accordo tra l’amministrazione della città e l’organizzazione della Treviso Marathon.

La vicenda inzia il 12 luglio scorso, con il primo incontro tra le due parti, richiesto dall’organizzazione della gara. Pochi giorni più tardi, l’invio sempre da parte della segreteria della maratona, di un documento al sindaco di Treviso Mario Conte, dove si annuncia il progetto della sedicesima edizione per l’anno 2019. Tra i punti salienti: l’intenzione di dare continuità all’evento mantenendo la partenza e l’arrivo nella città di Treviso, l’incremento del numero dei partecipanti e la decisione di voler semplificare e migliorare il percorso di gara. Vengono indicati come partenza e arrivo i siti del 2018, ovvero viale Vittorio Veneto, di fronte alla palestra del Coni e piazzale Burchiellati. Piazza dei Signori viene richiesta, insieme a piazza Aldo Moro, Piazza Borsa e la Loggia dei Cavalieri, per l’evento collaterale “Expo Natura”.

Il 27 luglio l’assessore allo sport Silvia Nizzetto risponde sottolineando che “anche alla luce delle esperienze degli anni scorsi, non è condivisibile la scelta di collocare partenza e arrivo in città in quanto eccessivamente penalizzante per la circolazione veicolare e per gli stessi cittadini: per tale motivo dovrà esser rivisto il percorso proposto. Inoltre come è noto, nel nostro territorio è consolidato nel mese di ottobre lo svolgimento de “La Mezza di Treviso”, ragione per cui la proposta di una nuova mezza maratona non costituisce un valore aggiunto o un’opportunità per il nostro Comune e pertanto non è condivisibile. Gli eventi collaterali […] dovranno esser collocati nei siti indicati dall’Amministrazione Comunale, escludendo fin da ora Piazza dei Signori”. 
 
Il 30 luglio Aldo Zanetti, amministratore unico di Maratona di Treviso risponde all’assessore Nizzetto chiedendo un incontro con la massima urgenza per valutare definitivamente le possibili soluzioni insieme. “Mi permetto di ricordarle – scrive Zanetti – che la Treviso Marathon non deve essere intesa solamente come una manifestazione sportiva Federale di corsa su strada, bensì un “evento” che deve coinvolgere la città tutta e va sicuramente a toccare settori non solo della viabilità e sport ma attività produttive, turismo, cultura e sanità”.  

All’incontro, fissato per mercoledì 29 luglio, l’assessore Nizzetto conferma i contenuti della lettera del 27 luglio e riporta l’ipotesi, veicolata dal sindaco Conte – non presente all’incontro – del Sant’Artemio come sede di partenza e arrivo della Treviso Marathon. L’incontro si conclude con l’accordo di riaggiornarsi, dopo 48 ore per fare il punto della situazione e arrivare a valutazioni definitive. 
 
Sabato 1° settembre Maratona di Treviso apprende dalla stampa locale delle esternazioni del sindaco Mario Conte che indica partenza e arrivo al Sant’Artemio per la Treviso Marathon 2019, senza però avere comunicazioni ufficiali in merito.

“La data è certissima: il 31 marzo. Non si cambia – conclude Zanetti – Una organizzazione seria come la nostra ha un piano B e anche un piano C. Ora siamo al lavoro e stiamo valutando possibilità molto belle e interessanti”.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati