Caprone innamorato alla ricerca della sua “bella” da 20 giorni tra Valdobbiadene e Segusino: intervenuti i forestali, si cerca il proprietario


L’amore non ha età e non considera limiti spaziali e temporali. La love story del maschio di capra camosciata delle Alpi (“béc” in dialetto veneto), a zonzo per le strade di San Pietro di Barbozza nella giornata del 3 novembre scorso (qui l’articolo), continua oltre confine ma è prossima alla conclusione.

Il maschione innamorato di una delle migliori razze lattifere caprine è sicuramente scappato almeno 20 giorni fa da qualche gregge o da un allevamento e non sembra intenzionato a “rientrare nei ranghi”, anzi oggi, mercoledì, è stato tutto il giorno a fare la corte a delle caprette di Segusino, che al di là della recinzione del loro pascolo si sono fatte belle di fronte all’Antonio Casanova sbarazzino.

Pare però che la fuga d’amore dell’animale, che 20 giorni fa vagava indisciplinato in mezzo alla carreggiata tra San Pietro e Valdobbiadene, si avvicini al “Game over”: i Carabinieri forestali sono intervenuti su richiesta dei proprietari del terreno dove il caprone è momentaneamente accolto in attesa di una sistemazione definitiva.

Nessuno, infatti, si è fatto avanti per reclamarne la proprietà e l’animale non ha alcuna marca auricolare identificativa: ecco perché il suo futuro di fuggiasco ribelle ha le ore contate.

Peccato però: le capre e caprette di Segusino avrebbero gradito moltissimo un’altra giornata di corteggiamenti e di promesse di un domani spassionato in assoluta libertà.


(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
9
Shares
Articoli correlati