C’era una volta l’hockey a Valdobbiadene: alla scoperta del team locale che coinvolse diversi giovani negli anni ’60

Sembra strano ma c’è stato un tempo in cui l’hockey era praticato e seguito a Valdobbiadene.

La storia inizia verso la fine degli anni ’50 quando ci fu l’agibilità della pista di pattinaggio.

Con la costruzione della pista del “Patronato S. Venanzio”, fu costituito all’interno della parrocchia un gruppo sportivo affiliato al CSI, Centro sportivo italiano, di ispirazione Azione Cattolica.

Il gruppo dei pattinatori partecipò per alcuni anni ai campionati provinciali di velocità, sia su pista che su strada, cogliendo allori a ripetizione e risultando, per il periodo di attività, il più forte in provincia di Treviso.

Alcuni di noi, – afferma Giorgio Bellini, ex componente del team – avendo trascorso le vacanze a Jesolo, avevano assistito ad alcune partite di Hockey a rotelle e decisero di cimentarsi in quello sport“.

“La recinzione metallica della pista e le tavole di basamento furono costruite ed installate con il lavoro di tutti noi ragazzi” afferma Bellini.

Nell’estate del 1959 venne organizzato un primo torneo locale con la partecipazione di tre squadre.

In quell’anno, e per tutto il 1960, vennero infatti organizzati molti incontri amichevoli, di andata e ritorno, principalmente con l’H.C. Oderzo e l’H.C. Thiene.

L’anno seguente, dopo l’affiliazione alla F.I.H.P, il gruppo partecipò al torneo di Gorizia e, dal 1962, al campionato nazionale di Promozione per poi arrivare in serie C.

Il nucleo base della squadra, composto solamente da valdobbiadenesi, fu attivo fino al 1963/1964.

Nel frattempo si era sciolto l’H.C. Pin Sport Treviso, squadra che aveva militato per anni in serie A e che aveva dato anche giocatori alla Nazionale. “Aldo Meneghello, con il suo impegno e a sue spese, recuperò alcuni di quei giocatori per mantenere in vita l’attività dell’H.C.Valdo: non sono in grado di dire fino a quando, sicuramente a tutto il 1965 e forse 1966″ precisa Bellini.

Il team originale era composto dai seguenti atleti: oltre al già citato Giorgio Bellini, ci fu Gianpietro Parisotto (accompagnatore), Giulio Capovilla, Ettore Baratto e Paolo Simonetto (Targheta), Carlo Bolla, Battista Geronazzo, Italo Comarella, il portiere Secondo Dal Pozzo e dal gruppo giovanile Virgilio Fontana, Fiore Marconi, Silvio Baratto, Giovanni Gatto, Luigino Piovesana, Romano Mazzega e Carlo Giardini.

(Foto: per gentile concessione di Giorgio Bellini).
#Qdpnews.it

Total
12
Shares
Articoli correlati