Il 2 dicembre la cena di beneficenza a favore dell’Associazione Medica “Madre Teresa” per realizzare un dispensario farmaceutico in Centrafrica

Venerdì 2 dicembre, alle ore 19.30, la Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene ospiterà la cena di beneficenza a favore dell’Associazione Medica “Madre Teresa Onlus”, una realtà di Maser che sostiene progetti solidali in Centrafrica e Camerun.

L’Associazione “Madre Teresa Onlus”, nata nel 2005, è formata da un gruppo di amici-volontari della zona di Asolo-Montebelluna che, con piccoli e grandi gesti, vogliono dare il loro contributo per aiutare chi ha bisogno.

Qualche settimana fa gli studenti della Dieffe hanno incontrato Monica Colla, una volontaria impegnata da anni in alcuni progetti educativi con i bambini africani.

La volontaria trevigiana, tornata da poco in Centrafrica, ha raccontato ai ragazzi la difficile situazione nella quale vive la popolazione locale e tutto quello che è stato possibile realizzare in loco grazie alla solidarietà dimostrata da tante persone che sostengono l’associazione per la quale opera.

“La Repubblica Centrafricana è un Paese fra i più poveri al mondo – spiegano dall’Associazione ‘Madre Teresa’ – Politicamente è uno dei più instabili, totalmente dimenticato dalle grandi potenze e dalla comunicazione globale. Conta circa 5 milioni di abitanti, di cui il 50% sono bambini e ragazzi sino ai 15 anni. La superficie è due volte quella dell’Italia, l’aspettativa di vita non arriva ai 45 anni”.

“Le condizioni e la sicurezza nei villaggi sono molto precarie – continuano -, e anche le condizioni igienico-sanitarie nelle quali si trovano le persone a causa dei pochi accessi all’acqua potabile. Tutto questo ha delle ricadute sulla popolazione, soprattutto i bambini e i giovani. Il nostro obiettivo per quest’anno è scavare un pozzo e fornire una pompa a immersione sul nuovo terreno dove verrà costruito il dispensario farmaceutico (Costo totale 7.500 euro)”.

I lavori dello scavo e l’installazione della pompa sono affidati alla Congregazione delle Suore della Provvidenza, con la quale l’Associazione Medica “Madre Teresa Onlus” collabora da anni, che hanno già scavato un pozzo a Bossangoa per il liceo.

Tra gli interventi già finanziati dall’associazione ci sono anche la costruzione di latrine per la scuola di Bambari e l’edificazione di una scuola materna nel villaggio di Nzila.

Gli interventi finanziati annualmente sono l’alfabetizzazione degli adulti, le borse di studio per sostenere alcuni studenti universitari e i progetti di microcredito per le donne.

La scorsa estate i volontari dell’associazione, giunti in Africa per un’esperienza di aiuto e conoscenza della missione, hanno dipinto le nuove aule di una scuola materna.

“Madre Teresa Onlus” propone anche viaggi di lavoro e conoscenza della missione per tutte le persone interessate a vivere un’esperienza in grado di cambiare letteralmente la vita.

Per partecipare alla cena è necessario prenotare telefonando ai numeri: 393-3821410 (Luigi) e 329-4749660 (Caterina)

(Foto: per concessione della volontaria Monica Colla).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati