Valdobbiadene, installate rastrelliere con annaffiatoi e scope nei cimiteri del paese. Nuovi loculi ossari e cinerari

Il Comune di Valdobbiadene ha installato in tutti i cimiteri del paese delle rastrelliere con annaffiatoi e scope.

I cittadini possono prenderli per utilizzarli all’interno dei campi santi del paese inserendo una moneta da 1 euro, con lo stesso sistema dei carrelli della spesa al supermercato.

“Questo servizio serve per migliorare il decoro dei cimiteri evitando scope e contenitori di vario genere sparsi ovunque e disincentivare i furti o gli smarrimenti di scope e annaffiatoi – spiega il sindaco Luciano FregoneseOltre a queste installazioni stiamo anche completando gli interventi di nuovi loculi ossari e cinerari ai cimiteri di Valdobbiadene, San Vito, Bigolino e San Pietro di Barbozza”.

Il Comune di Valdobbiadene ha voluto attivare questo nuovo servizio per risolvere alcuni problemi legati allo smarrimento e ai piccoli furti di questi oggetti.

Nel cimitero del capoluogo sono state realizzate circa 100 nuove cellette ossario cinerarie per un costo di 250 mila euro circa.

Dopo la conclusione di questo intervento il Comune di Valdobbiadene ha proceduto con la gara di appalto di un secondo lotto di lavori da 105 mila euro sempre al cimitero del capoluogo.

Sono stati realizzati anche nuovi loculi ai cimiteri di San Vito, Bigolino e San Pietro di Barbozza (complessivamente circa 300 cellette ossario cinerarie) per un costo complessivo di 150 mila euro.

Gli interventi ai vari cimiteri, per un costo totale di circa 500 mila euro, sono stati interamente coperti da fondi a bilancio del Comune e si inseriscono in una programmazione di ampliamento e adeguamento dei cimiteri di Valdobbiadene che nei prossimi anni interesserà anche il cimitero di Santo Stefano.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Valdobbiadene).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati