“Truffa del pellet”, i Carabinieri denunciano una 33enne: si fa accreditare il denaro da un anziano ma non gli consegna il combustibile

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 3 agosto, i Carabinieri della Stazione di Valdobbiadene, a conclusione delle indagini, hanno denunciato una 33enne pregiudicata di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), la quale spacciandosi per dipendente di una ditta di Perugia che si occupa di vendita di pellet, avrebbe truffato un 69enne di Vidor, facendosi accreditare la somma di 190 euro per una fornitura mai consegnata.

Nella nottata di mercoledì 3 agosto, in via dell’Altopiano a Castelfranco Veneto, i Carabinieri della Stazione di Vedelago hanno denunciato un 28enne pregiudicato di San Martino di Lupari (Padova), sorpreso alla guida della sua autovettura in stato di ebbrezza alcolica. Per lui patente di guida ritirata.

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Vedelago, a conclusione delle indagini, hanno denunciato due pregiudicati di San Giuseppe Vesuviano (Napoli), uno di 49 e l’altro di 43 anni, che si sarebbero spacciati per operatori di un istituto di credito, riuscendo a carpire illecitamente le credenziali d’accesso al conto corrente di una 46enne del centro castellano, prelevando indebitamente la somma di 5 mila euro.

(Foto: web).
#Qdpnews.it

Total
4
Shares
Articoli correlati