Aperta in tutte le direzioni la nuova rotatoria di via della Bressana. Dopo le ferie sarà inaugurata ufficialmente insieme alla “sorella” di via Matteotti

La rotatoria di via della Bressana è ora usufruibile da tutti e quattro i sensi di marcia, e anche i lavori al vicino rondò di via Matteotti, all’altezza dell’ipermercato Emisfero, sono praticamente terminati. “E’ il momento di inaugurare queste opere pubbliche. Faremo un doppio taglio del nastro dopo le vacanze” affermano in coro il sindaco Antonio Miatto e l’assessore ai lavori pubblici Bruno Fasan.

La viabilità nella zona sud della città è cambiata notevolmente negli ultimi mesi, che hanno visto i cantieri aperti sia alla confluenza tra via Matteotti e via Da Mosto, dove la carreggiata è stata ampliata raddoppiando le corsie di immissione nei principali innesti e sono spuntati nuovi dossi, sia all’incrocio tra via Ippolito Pinto e la perpendicolare (e preesistente) via della Bressana. Qui, fino a poche settimane fa, chi arrivava dall’arteria secondaria poteva solo fermare la propria corsa e successivamente svoltare a destra, salvo violare la regola creando gravi pericoli per sé e per gli altri.

Notevoli anche le velocità che, prima dell’arrivo della nuova rotatoria, assumevano certi veicoli circolanti su via Pinto, strada pensata e costruita per collegare velocemente (ma non troppo, per l’appunto) Statale 51 e casello di Vittorio Veneto Sud dell’autostrada A27.

All’inizio del 2022 sono partiti sia i lavori tra le vie Pinto e Bressana, cofinanziati dalla Provincia di Treviso trattandosi di un’arteria provinciale (qui l’articolo), sia quelli lungo la SS Alemagna (qui l’articolo) con la compartecipazione di Autostrade per l’Italia. Ora è tempo di chiudere i cantieri e inaugurare le opere.

“L’idea – confidano Miatto e Fasan – sarebbe di organizzare un’inaugurazione per entrambe le rotatorie”. “Nessuno in Italia – prosegue tra il serio e il faceto l’assessore lapisino – riesce a inaugurare contemporaneamente due rotonde, noi le abbiamo fatte contemporaneamente e a 200 metri l’una dall’altra. Adesso però molti sono in ferie, perciò taglieremo i nastri quando sarà ora, a settembre. Anche perché è giusto dare risalto ai cofinanziatori delle due opere, la Provincia e Autostrade per l’Italia. Adesso circolare in quella zona della città è più facile, ci sono maggiori alternative”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati