Consiglio comunale choc, Santantonio tenta la mediazione su Forcal, Piazzoni e progetti sociali

Non si placa, dentro e fuori il palazzo, l’onda lunga della clamorosa seduta consiliare dell’altro ieri, che ha visto numerosi e importanti punti all’ordine del giorno bocciati in seguito alla frattura interna alla Lega.

Il vicesindaco in carica e candidato sindaco Gianluca Posocco ha tuonato contro i consiglieri (ormai ex) alleati – che alle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno prossimi sosterranno Giovanni Braido – affermando via social che “la discordia politica non deve danneggiare la comunità e soprattutto chi è più bisognoso”. Una frase scritta sopra un’immagine della palazzina di via Galilei destinata ai progetti per il sociale.

Nel pomeriggio odierno il presidente del consiglio comunale Paolo Santantonio, storico esponente di Forza Italia e alleato di Posocco nella corsa al municipio del prossimo giugno, ma in questo ruolo “super partes” – ha tentato una mediazione tra le forze politiche rappresentate nell’emiciclo del Quadrilatero.

“A seguito della situazione politico-amministrativa creatasi nella seduta consiliare di mercoledì 17 scorso – fa sapere Santantonio – su mia iniziativa si è svolto questa mattina in municipio un incontro informale dei capigruppo consiliari (quasi tutti erano presenti o sostituiti da delegati ndr) con la presenza del sindaco Antonio Miatto, che mi aveva rappresentato il problema, per verificare l’ eventuale disponibilità ad affrontare nel prossimo consiglio comunale tre provvedimenti: la discarica di Forcal, i maggiori oneri edilizi per il restauro di Palazzo Piazzoni a Serravalle e la spesa per l’immobile ad uso sociale di via Galilei“.

“I capigruppo – conclude Santantonio – si sono riservati di pronunciarsi sulla richiesta del sindaco solo dopo aver sentito i rispettivi consiglieri comunali”.

La prossima seduta consiliare – ancora più attesa, a questo punto – è in calendario già mercoledì prossimo 24 aprile con appello alle 18.30. Quattro, salvo integrazioni, i punti all’ordine del giorno: dopo le comunicazioni, una variazione al programma triennale dei lavori pubblici con la successiva e conseguente variazione al bilancio (dietro questo punto ci sarebbero novità sul restauro della salita di Sant’Augusta) e l’autorizzazione alla Vittorio Veneto Servizi a cedere un immobile e stipulare un mutuo.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati