Furto alla “Festa del Pesce”. Ignoti fuggono con l’incasso della serata di sabato. Piaia (Up Costa): “Andiamo avanti e prolunghiamo la sagra”

Rubato l’incasso della giornata di sabato della “Festa del Pesce” organizzata dall’Up Costa al Marco Polo Sporting Center.

Più che economicamente, quanto subito ci pesa moralmente perché si è colpito il lavoro di decine volontari” sottolinea il presidente dell’Up Costa Antonio Piaia.

Ignoti nel buio della notte di sabato hanno sfondato il lunotto dell’auto in cui, poco prima, era stata lasciata la valigetta con l’incasso della serata. “Tempo che il responsabile mi ha avvisato che avrebbe fatto il versamento del denaro e in quei pochi minuti, tra le 22.50 e le 23, ignoti hanno messo a segno il colpo, un furto premeditato” prosegue Piaia. L’auto era parcheggiata sul retro del tendone.

Parliamo di migliaia di euro di incasso di un’intera giornata: sabato avevamo lavorato anche a pranzo” evidenzia il presidente. Il furto è stato denunciato ai carabinieri di Vittorio Veneto.

Nel pomeriggio di domenica il consiglio direttivo dell’Up Costa si è ritrovato per affrontare la questione.

Sono emerse due idee, una dalle giovani che propongono una raccolta fondi sui social, l’altra dai genitori-consiglieri che hanno pensato di prorogare di una settimana la festa per compensare la perdita. Stamane, lunedì, ne ho parlato con il sindaco, il vicesindaco e gli uffici comunali e tutti ci hanno invitato a proseguire. Domattina presenterà in municipio la richiesta per poter proseguire anche il 2, il 3 e il 4 luglio” annuncia il presidente.

La “Festa del Pesce” è la prima sagra a partire in provincia. “Avevamo qualche timore. Venerdì l’avvio è stato in sordina. Poi il riscontro è stato buono e sabato abbiamo lavorato molto bene, una serata spettacolare, finita però male” conclude Piaia.

(Foto: UP Costa).
#Qdpnews.it

Total
31
Shares
Articoli correlati